Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Kato spera di trarre vantaggio dal correre in casa

Kato spera di trarre vantaggio dal correre in casa

Kato spera di trarre vantaggio dal correre in casa

Quando la stagione della MotoGP 2003 prenderà il via a Suzuka, pochi piloti potranno disporre dell?esperienza che ha Daijiro Kato su questa pista. L?ex campione del mondo della 250 si appresta ad affrontare una stagione completa con la Honda V5 quattro tempi, dopo averla guidata nell?ultima parte della scorsa stagione iniziata in sella alla NSR500. Il giapponese tuttavia ha avuto già la sua parte di gloria a Suzuka in sella ad una quattro tempi ? vincendo la Otto Ore di Suzuka nel 2000 e nel 2002.

`Suzuka è una delle mie piste preferite, e quello che mi piace di più è incontrare tutti i miei tifosi´, ha detto Kato. `Ho passato un´ora a firmare autografi durante i test e per un pilota questa è sempre una sensazione piacevole. Qui ho vinto quattro volte con la 250 e spero di ripetermi in MotoGP. La mia sola preoccupazione è che possa piovere, come dicono le previsioni. Non posso dire di avere ottenuto i miei risultati migliori sul bagnato e, specialmente l?anno scorso, al mio debutto nella classe regina, ho avuto parecchie difficoltà con la pioggia. Tuttavia ho girato a lungo sotto la pioggia a Jerez e a Sepang, ed entrambe le volte ho finito col provare un buon feeling. Qui la storia è diversa, ovviamente, perché la pista è molto tecnica e difficile, e sicuramente sarebbe preferibile affrontarla in condizioni di asciutto. Tuttavia, se dovesse piovere, non sarebbe la fine del mondo´.

Due delle vittorie di Kato su questa piste sono state ottenute come wildcard, e lui ci confida perché i piloti locali sono favoriti rispetto ai loro rivali di altri paesi. `Questa pista è piuttosto diversa da quelle europee. La velocità in curva qui è importantissima perché ci sono curve molto lunghe e veloci e non si corre molto fuori dai cordoli come in altre piste. Il tracciato poi è molto lungo e devi impegnarti in tutte le sue sezioni perché si guadagna un po´ dappertutto non come in altre piste dove ci sono due o tre punti che fanno la differenza, se li fai bene. La mia parte favorita e la sezione ovest, dopo il rampino, perché è la più veloce. Non mi piacciono invece le esse´.

Sesto alla fine dei due giorni di test, il ventiseienne ammette di aver ancora da fare nelle prove libere del GP se domenica vuole raggiungere il suo scopo. `La moto adesso è ancora così così, ed io mi sento felice al settanta per cento del lavoro che abbiamo fatto qui finora. Anche il mio tempo sul giro non è stato il massimo, sono sicuro di poter andare molto più veloce. Però per farlo devo migliorare ancora la messa a punto della mia moto e dunque nelle libere di venerdì e sabato lavoreremo sulla rifinitura del set up; una delle cose alle quali non mi sono ancora abituato è la nuova conformazione delle due curve che hanno modificato. Qui ho gareggiato innumerevoli volte, nei vari campionati giapponesi, nella MotoGP e nella Otto Ore e avevo un ritmo che è difficile da modificare´.

Tags:
MotoGP, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›