Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

I giapponesi vogliono tornare a dominare la classe minore

I giapponesi vogliono tornare a dominare la classe minore

I giapponesi vogliono tornare a dominare la classe minore

L'anno scorso il GP SKYY VODKA del Giappone ha interrotto una serie spettacolare di podi che da tempo erano appannaggio quasi esclusivo dei piloti del sol levante. I primi tre classificati del 2002 infatti erano europei – Vincent, Giansanti e Poggiali – che hanno così interrotto una serie di successi giapponesi che partiva dal 1994, l'anno in cui il podio fu interamente di Takeshi Tsujimura, Kazuto Sakata e Hideyuki Nakajo.

Dal '94 in poi la 125 a Suzuka è sembrata una classe riservata esclusivamente ai piloti locali. Nel 1995 il dominio è stato ancora più evidente con altri cinque giapponesi alle spalle del vincitore Haruchika Aoki e ben 11 in tutto tra i primi 15! Tanta supremazia è durata fino al 2000. Quell'anno Simone Sanna ha conquistato il terzo posto alle spalle di Masao Azuma ed Yuichi Ui. Nel 2002 nessuno di questi piloti e nessuna wildcard è riuscito a salire sul podio per continuare il filo ininterrotto da sette anni.

Attualmente Youichi Ui appare molto in forma con la sua Aprilia, dopo aver vissuto un inverno al top nei test pre-campionato. Domenica cercherà senz'altro di replicare il successo ottenuto su questa pista tre anni fa. Anche Masao Azuma ha cambiato squadra ed ora guida una Honda gommata Bridgestone. Si appresta alla ´sua gara´ con grande entusiasmo e con la voglia anche lui di ripetere la vittoria di due anni or sono. Insieme ai veterani, domenica correranno le wild card Shuhei Aoyama e Toshihisa Kuzuhara, ancor più ansiosi, forse, dei colleghi regolari, di mostrare la loro abilità e desiderio di ripristinare la serie positiva dei giapponesi a Suzuka.

Tags:
125cc, 2003, SKYY VODKA Grand Prix of Japan

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›