Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Roby Rolfo spera di avere più potenza per la sua moto

Roby Rolfo spera di avere più potenza per la sua moto

Roby Rolfo spera di avere più potenza per la sua moto

Quello di Suzuka è stato un fine settimana strano e non bello sotto molti punti di vista. Per quanto riguarda la gara, possiamo sicuramente dire che è stata una gara `vera´, corsa in condizioni perfette, con tutti i piloti che hanno dato il 100%. Il problema è che è stata la nostra unica occasione di guidare sull'asciutto , una cosa che ha reso estremamente difficile sistemare la moto ad un buon livello. Non ne abbiamo avuto la chance per tutto il fine settimana e il risultato non stato il massimo per quanto riguarda il feeling con la moto. Sarebbe bello cominciare il campionato in un paese caldo in futuro!

Il lunedì dopo la gara siamo rimasti a Suzuka per un test HRC ma, ad essere onesti, non abbiamo fatto grossi progressi. Speravo di trovare un motore più potente, il punto che dobbiamo assolutamente migliorare, ma le parti su cui sta lavorando la Honda non sono ancora pronte, e sembra proprio che non lo saranno prima di Jerez. Comunque abbiamo migliorato almeno la messa a punto della moto e di quello sono molto soddisfatto.

Naturalmente tutto quello che è successo nel fine settimana è passato in secondo piano rispetto a quello che è accaduto a Kato, un mio buon amico. Abbiamo corso insieme in 250 e la scorsa stagione siamo stati compagni di squadra, quindi lo conosco bene. Sono sconvolto dalle sue attuali condizioni. Non voglio fare commenti particolari ma solo dire che, anche se sappiamo che il motociclismo è uno sport pericoloso, e che queste cose possono succedere, dobbiamo altresì essere sicuri di poter correre nelle migliori condizioni possibili di sicurezza. Continuo a pregare per Kato, e in Sud Africa porterò un piccolo numero 74 accanto al mio numero 3 da gara.

Parlando del Sud Africa, devo dire che a me piace sempre andare lì perché penso che Welkom livelli molto le prestazioni. In Europa ognuno ha il `suo´ circuito, quello che conosce davvero bene, come in Giappone, dove alcuni piloti sono fortissimi. Ma in questo tipo di circuiti siamo molto più sullo stesso piano e per questo le gare sono molto combattute. Negli ultimi anni la pista è sempre stata scivolosa per la sabbia ma il tracciato è molto belo ed io spero di far bene. Ci vediamo laggiù!

Roby #3

Tags:
250cc, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›