Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La MotoGP si sposta in Africa per la seconda gara

La MotoGP si sposta in Africa per la seconda gara

La MotoGP si sposta in Africa per la seconda gara

La MotoGP questa settimana continua il suo viaggio intorno al mondo passando dal Giappone al Sud Africa per correre il Gran Premio Arnette d'Africa a Welkom. Il Phakisa Freeway, situato nell'area delle miniere d'oro del Free State, ospita un appuntamento del mondiale per la quinta stagione di fila dove, quest'anno, molte squadre ufficiali punteranno a cancellare il ricordo del dominio della Honda quattro tempi nella gara dell'anno scorso, dove Tohru Ukawa ha battuto il compagno di squadra Valentino Rossi nell'ultimo giro di una gara elettrizzante che è valsa una bella doppietta al Team Repsol Honda.

Mentre il mondiale si rimette in moto e cresce l'eccitazione per un'altro fine settimana di gare spettacolari, la tragica scomparsa dell'ex campione del mondo della 250cc, Daijiro Kato, continua a pesare sugli animi di tutta la comunità del paddock della MotoGP. Sono attese riunioni tra i piloti e i commissari e sicuramente durante il fine settimana verranno offerti tributi alla memoria di Kato. Intanto tutte le attività promozionali in vista del GP sono state annullate in segno di rispetto per il pilota e la sua famiglia.

Mentre il suo Team manager, Fausto Gresini, ancora devastato dalla perdita subita, si trova in Giappone per i funerali, il Team Telefonica MoviStar Honda si appresta a disputare il GP del Sud Africa con un solo pilota – Sete Gibernau. Ancora non si è parlato di chi prenderà il posto di Kato nel team.

I colori del Giappone saranno portati in pista nella MotoGP da Tohru Ukawa (Honda), Nobuatsu Aoki (Proton), Makoto Tamada (Honda), Norick Abe (Yamaha) e Noriyuki Haga (Aprilia). Ukawa proverà di nuovo ad interrompere il successo di Rossi dopo aver chiuso in ultima posizione la gara di casa ma ben pochi piloti saranno più determinati a sfidare il leader della classifica, del compagno di squadra del giapponese, Max Biaggi. L'italiano a Suzuka è arrivato secondo alle spalle del rivale e cercherà sicuramente di far meglio nel paese che lo ha visto vincere la sua prima gara mondiale, a Kyalami nel 1992 nella classe 250 e nel circuito dove ha vinto con la 500 nel 1999.

Il Team Ducati di Loris Capirossi e di Troy Bayliss, che in Giappone hanno ottenuto rispettivamente un sensazionale terzo e quinto posto, tenteranno ancora una volta di sfatare i pronostici su questo circuito stretto e ondulato nel quale non hanno mai girato con la loro Desmosedici. Capirossi comunque è abituato alla pressione e nelle sue ultime tre gare su questa pista è sempre salito sul podio. Di particolare rilievo il suo terzo posto dell'anno scorso in sella alla Honda due tempi. Per Bayliss si tratterà addirittura della prima uscita a Welkom, uno dei tredici circuiti del calendario della MotoGP che l'ex campione della Superbike non ha mai visto.

Il fine settimana si annuncia complicato per il set up delle moto non solo per il circuito notoriamente scivoloso e sconnesso ma anche per l'altitudine che renderà le cose più difficili, oltre che alla Ducati, a Yamaha, Suzuki, Kawasaki, Aprilia e WCM che hanno apportato modifiche importanti alle loro moto rispetto all'anno scorso o che hanno prototipi completamente nuovi. Invece una squadra che potrà trovarsi paradossalmente favorita dalla situazione, sarà la Proton del team KR che gareggerà ancora con la leggera tre cilindri a due tempi a causa del ritardo nella preparazione della nuova V5 a quattro tempi. Nonostante uno svantaggio di ben 13 km/h in rettilineo, infatti, la sola due tempi rimasta in MotoGP potrebbe trovare il suo punto di forza nelle 14 tortuose curve del tracciato.

Il pilota della Yamaha, Alex Barros, correrà dopo tre settimane di intensa fisioterapia per riprendersi da una lieve frattura e dallo stiramento del legamento crociato del ginocchio sinistro riportato in una caduta nel warm up precedente la gara di Suzuka. Il suo collega Marco Melandri, fratturato alla caviglia nel corso del primo turno di prove libere della stessa gara, dovrà attendere il terzo appuntamento stagionale, a Jerez, per debuttare in MotoGP e nel frattempo il suo posto sarà preso da Norick Abe.

Tags:
MotoGP, 2003, Arnette Africa's Grand Prix

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›