Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Mick Doohan parla della corsa dell'Arnette Africa´s Grand Prix

Mick Doohan parla della corsa dell'Arnette Africa´s Grand Prix

Mick Doohan parla della corsa dell'Arnette Africa´s Grand Prix

È stata una corsa veramente eccitante. In un primo momento sembrava che non ci fosse molta azione, ma improvvisamente ci sono stati grandi sviluppi, come la lotta tra Troy e Sete per il primo posto, e poi la rincorsa di Valentino, per cercare di prendere Gibernau, e questo ha provocato che il pubblico si sia alzato in piedi.

Credo che Troy Bayliss abbia fatto un gran lavoro. La moto gli si muoveva sempre di più, mentre avanzava la corsa, e sembrava che avesse dei problemi d'aderenza, non so se causati dai pneumatici che ha utilizzato o per le caratteristiche della moto. Ha fatto una corsa fantastica e la sua velocità di passaggio in curva era spaventosa, forse questo ha contribuito un poco a fargli consumare di più i pneumatici. Penso che sia stato un esempio di quel che ci potrà offrire Troy.

La partenza è stata abbastanza confusa e per fortuna nessuno è rimasto ferito. Si è avuta l'impressione che Edwards sia uscito dalla traiettoria e che abbia trascinato con sé un altro pilota, e a partire da quel punto si è complicato tutto. Valentino ha guidato molto bene alla fine della corsa, mentre al principio è stato abbastanza conservatore. Non ho parlato con lui prima della corsa, quindi non so quali pneumatici abbia utilizzato. Ha commesso un paio di errori, ma credo che la pista fosse molto sporca nella parte della traiettoria principale, soprattutto per la sabbia utilizzata per coprire l'olio. Credo che se avesse forzato il ritmo due giri prima di quando l'ha fatto avrebbe potuto raggiungere Sete.

Gibernau ha offerto un fantastico fine settimana e questo è buono per tutta la squadra. Sembra che questo circuito gli piaccia veramente tanto e spero che sia in grado di ripetere un risultato come questo, magari su una base regolare. È un pilota emozionale, corre con il cuore ed ha avuto l'occasione di provarlo durante questo fine settimana.
Loris Capirossi era accelerato e ha commesso vari errori, è un altro pilota che deve trovare una certa regolarità. Max Biaggi ha nuovamente evidenziato che non può seguire il ritmo di Valentino (come la maggior parte dei piloti).

Spero che la Kawasaki possa progredire in ogni Gran Premio perché è un peccato che una grande marca come questa non ottenga migliori risultati in competizione. Ci si deve domandare anche cosa sta facendo la Suzuki con le sue macchine. La Ducati ha appena cominciato il Campionato e dopo due corse è in lotta per la vittoria; sta insegnando a tutti gli altri come vanno fatte le cose.

Tags:
MotoGP, 2003, Arnette Africa's Grand Prix, Mick Doohan

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›