Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Alex Barros: superare la barriera del dolore per guidare la carica della Yamaha

Alex Barros: superare la barriera del dolore per guidare la carica della Yamaha

Alex Barros: superare la barriera del dolore per guidare la carica della Yamaha

Alex Barros, che in sella alla Honda RC211V, nelle ultime quattro gare dell'anno scorso si è dimostrato in grandissima forma, deve ancora dimostrare di sapersi ripetere in sella alla Yamaha ufficiale del Team Gauloises. La causa principale è l'infortunio ai legamenti del ginocchio sinistro rimediato nel warm up del GP di Suzuka.

In Giappone il brasiliano è comunque riuscito a portare la sua Yamaha all'ottavo posto, il migliore tra i compagni di marca, e da allora si è sottoposto ad un intenso programma di riabilitazione. Anche se sono trascorse tre settimane tra la prima e la seconda gara, a Welkom Barros era ancora lontano dalla forma ideale. Ha dovuto stringere i denti di nuovo per ottenere un ottimo quinto posto che fa di lui comunque il numero uno in Yamaha. Ecco le impressioni del trentaduenne che non demorde dall'obiettivo essere il primo a vincere con due moto diverse nella MotoGP.

`Il mio ginocchio ancora non è a posto e ha bisogno di altro tempo per recuperare,´ ha detto il pilota che vanta il maggior numero di partenze nella classe regina. ` Per fortuna siamo stati fermi tre settimane tra una gara e l'altra. Dopo il Giappone la moto ha fatto dei passi avanti ma manchiamo ancora di un po' di potenza.´.

`La pista a Welkom era molto sporca il che rendeva tutto più difficile e un po' pericoloso per noi. La linea era molto stretta e non perdonava la minima sbavatura. Dato che era difficile superare, la mia partenza non eccezionale mi è costata un po' troppo. Il mio ginocchio mi fa ancora molto male ma sono contento di aver potuto finire la gara e di aver raccolto punti preziosi. Devo guardare avanti, a Jerez, e vedere quanto posso progredire in queste due settimane´.

Tags:
MotoGP, 2003, Alex Barros

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›