Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Grandi aspettative per la Ducati Marlboro a Jerez

Grandi aspettative per la Ducati Marlboro a Jerez

Grandi aspettative per la Ducati Marlboro a Jerez

La coppia del Marlboro Ducati Team, Troy Bayliss e Loris Capirossi, farà il tanto atteso debutto europeo in sella alla Desmosedici il prossimo fine settimana a Jerez. Capirossi, Bayliss e la V4 italiana da più di 220 cavalli, hanno fatto notizia nelle prime due gare della stagione in Giappone e Sud Africa, stando in testa alla gara per un certo tempo e suscitando l'entusiasmo dei tifosi per la velocità e il rumore potentissimo. Il debutto della squadra nella MotoGP è stato davvero eclatante ma tutto il gruppo afferma di stare con i piedi ben saldi per terra anche se è normale che il passo velocissimo mostrato dai due piloti abbia alzato le aspettative di tutti.´

`Abbiamo ottenuto ottimi risultati nelle prime due gare,´ dice Livio Suppo, direttore del Ducati Marlboro Team. "E´ una bella sensazione ma per rimanere lì davanti la pressione all'interno del team è tanta. Sappiamo di avere ancora molto da imparare e continueremo a impegnarci al massimo. ´

Sia i piloti sia gli ingegneri stanno aspettando con impazienza Jerez perché è una delle piste dove hanno a disposizione le rilevazioni ottenute da tre sessioni di test invernali. Tali dati saranno senz'altro importanti per il fine settimana, anche se la Ducati è già sostanzialmente cambiata da quelle prime prove. Il direttore tecnico del Ducati Marlboro Team, Corrado Cecchinelli ha infatti spiegato: L'assetto delle moto è molto diverso rispetto a quando siamo stati a Jerez l'ultima volta in febbraio, ma in linea di massima sarà quello di Welkom. Abbiamo migliorato molto l'equilibro tra avantreno e retrotreno ed entrambi i piloti sono soddisfatti. Ora, a differenza di quanto accadeva durante i primi test, sono loro stessi a non chiedere ulteriori modifiche. Un buon segno, che ci porta a pensare di essere molto vicini a come dovrebbe essere la moto!´

Nelle fasi iniziali invece ai piloti andavano bene tutte le modifiche proposte. L'ultima volta che siamo stati a Jerez, la moto aveva ancora qualche problema di pattinamento, ma a Suzuka e a Welkom la trazione era decisamente migliore, tanto che possiamo essere ottimisti anche per la gara di Jerez. Prima di Welkom abbiamo fatto modifiche sostanziali nella geometria dell'avantreno, e se migliori l'anteriore l'effetto si sente anche sul retroterno, e viceversa.´
Cecchinelli si aspetta che Jerez sia un buon banco di prova per la Desmosedici. `E´ un tracciato completo, ottimo per provare. Ha curve lente, curve veloci, staccate in salita, in ingresso nella prima curva, e in discesa nell'ingresso del tornantino. Sarà fondamentale avere una moto bene equilibrata, con un buon compromesso in fatto di assetto. ´

Scoprite cosa dicono Loris capirossi e Troy Bayliss su Jerez cliccando sul link a destra

Tags:
MotoGP, 2003, Ducati Marlboro Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›