Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Gibernau conta sulla Michelin per un'altra combinazione vincente a Jerez

Gibernau conta sulla Michelin per un'altra combinazione vincente a Jerez

Gibernau conta sulla Michelin per un'altra combinazione vincente a Jerez

Sete Gibernau torna vittorioso in Europa con grandi aspettative rivolte al Gran premio Marlboro di Spagna del prossimo fine settimana. Lo spagnolo adesso occupa la seconda posizione alle spalle del campione del mondo in carica Valentino Rossi e crede che, come è successo in Sud Africa due settimane fa, la combinazione tra la sua Honda RC211V e l'ultima generazione di gomme Michelin, sarà la chiave del successo su questo circuito tecnicamente molto impegnativo.

La Honda è una moto estremamente ben bilanciata, dice Gibernau. `Permette di concentrarsi sulla guida, una cosa che come pilota apprezzo grandemente perché posso focalizzarmi sul set up e sulla scelta delle gomme da gara. I tecnici della Michelin lavorano molto duramente e ascoltano sempre le opinioni dei piloti. E si può dire che ci seguano perché le gomme che producono sono sempre migliori. Il più grande passo in avanti nel 2003 è l'affidabilità e la consistenza della gomma sulla lunga distanza, sia davanti sia dietro. Le quattro tempi sono dotate di una grandissima potenza, ma le Michelin sono in grado di offrire grande aderenza, fiducia e durata´.

. Il caldo e lo sporco in pista hanno reso fondamentale la scelta delle gomme al Phakisa Freeway, ma Gibernau pensa che la pista andalusa proponga una sfida diversa: `A Jerez l'anteriore è molto importante perché la moto deve girare bene e darti fiducia. Le due sezioni più importanti del tracciato sono le ultime due curve veloci a destra che portano a quella, sempre a destra prima rettilineo posteriore, dove la gomma anteriore è sottoposta ad una sollecitazione continua sempre sullo stesso lato´.

`Anche la gomma posteriore è importante ovviamente perché comunque con queste moto la velocità con cui puoi aprire il gas in uscita di curva, per usare tutta la potenza del motore, è fondamentale. Inoltre sottopongono ad un grande stress l'area della gomma in cui si fa la maggior pressione per alzare la moto uscendo dalle curve, il punto dove hai bisogno del massimo grip. Il punto che preferisco a Jerez è l'ultima, veloce curva a destra. Lì puoi davvero renderti conto se hai un buon ritmo perché puoi raggiungere il massimo dei giri prima del tornantino finale. Se ci riesci, e non hai fatto male il resto, puoi essere sicuro di aver fatto un bel tempo.´

Tags:
MotoGP, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›