Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Il team Proton ha stabilito che Jerez sarà l'ultima gara della due tempi

Il team Proton ha stabilito che Jerez sarà l'ultima gara della due tempi

Il team Proton ha stabilito che Jerez sarà l'ultima gara della due tempi

I due piloti del Team KR, Jeremy McWilliams e Nobuatsu Aoki, prenderanno parte al GP Marlboro di Spagna di domenica prossima – la terza gara della stagione nonché la prima in Europa – ancora una volta in sella alla KR3 500 due tempi.

Il lavoro di sviluppo della nuova 990 V5 quattro tempi è proseguito senza interruzione nelle due settimane intercorse dopo il gran premio di Welkom ma l'obiettivo di far debuttare la nuova moto in Spagna è saltato per alcuni problemi dell'ultimo momento che hanno fatto ritardare i test previsti in Gran Bretagna. E' stato quindi deciso di far debuttare la moto solo dopo il completamento dei test programmati.

´Stiamo preparando la moto il più velocemente possibile ma non vogliamo metterla in pista prima che sia pronta. E' frustrante, ma in qualche modo ce lo aspettavamo´, ha detto il proprietario della squadra, Kenny Roberts.

Mentre nella sede di Banbury si continua lo sviluppo del motore al banco prova, e il primo test è imminente, i piloti e la squadra si apprestano a cercare di contrastare per l'ultima volta le potenti 990cc con le più lente, ma anche più agili, 500cc.

Nell'ultima gara in Sud Africa, Jeremy McWilliams è riuscito di nuovo a fare miracoli con la sua Proton, nell'occasione più veloce che mai, qualificandosi nel pacchetto delle più veloci quattro tempi, solo per essere coinvolto, senza alcuna colpa, in un incidente sulla linea di partenza. L'impresa comunque non gli era nuova perché aveva fatto lo stesso a Rio e a Phillip Island la scorsa stagione. Anche Nobuatsu Aoki aveva dato prova di essere molto veloce con la due tempi, riuscendo a conquistare un brillante settimo posto nel GP di Spagna dell'anno scorso. Aoki in quell'occasione aveva battuto tutte le quattro tempi in pista tranne due è aveva dimostrato quanto l'agilità della moto a volte possa controbattere efficacemente la maggior potenza.

´Il nostro primo target era debuttare a Jerez ma un problema è sfociato in un altro, ´ ha commentato Chuck Aksland. ´Questa moto è molto complessa e ci sono moltissimi sistemi da mettere alla prova prima di poterci rendere conto di quanto vada effettivamente meglio della due tempi´.

Tags:
MotoGP, 2003, Gran Premio Marlboro de España

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›