Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Toni Elias riscopre le sue ambizioni mondiali

Toni Elias riscopre le sue ambizioni mondiali

Toni Elias riscopre le sue ambizioni mondiali

`Ancora non riesco a crederlo´ continuava a ripetere Toni Elias dopo la sua epocale vittoria a Jerez. La sua incredulità non è del tutto ingiustificata perché è vero che la gara è stata fantastica e che lui è stato uno dei protagonisti, ma è altrettanto vero che le tante circostanze avverse non lo facevano facilmente presagire.

Il pilota del Repsol Telefónica Movistar team, portava i segni dell'operazione subita il giovedì della settimana precedente il Gran Premio di Jerez, dieci giorni prima della gara. La sua caduta durante il gran premio del Sud Africa gli ha procurato una doppia frattura del pollice che a Welkom gli ha impedito di correre normalmente.
Ma non ha voluto mancare la sua gara di casa che ha corso con l'aiuto di una protezione speciale alla mano. `Si tratta di una gara speciale sotto tutti i punti di vista ed io voglio tentare di prendere più punti possibile,´ ha detto il giorno dopo l'operazione, tanto determinato da compensare in qualche modo la sua condizione fisica non perfetta. Venerdì, pur cadendo nel finale, è riuscito a fare un tempo da prima fila. Sabato, mentre De Puniet e Manuel Poggiali combattevano per la pole (andata poi al francese), Elias non è stato capace di migliorare la sua prestazione ed è scivolato al sesto posto dello schieramento, commentando subito dopo: `Oggi ho fatto un'iniezione di antidolorifico di cui però ho sentito scarsi effetti. Ho dovuto far forza sulla mano infortunata e il dolore era tanto. Ho trovato tuttavia un buon set up della moto e questa è la cosa più importante e penso di poter far bene. Darò tutto quello che ho´.

E così ha fatto, anche se non senza difficoltà. `Non ho potuto mantenere il passo dei primi fin da subito perché avevo qualche problema con l'avantreno della moto. Ho deciso di stare calmo e di aspettare di consumare un po' di carburante´. Grazie ad una combinazione di coraggio e di fiducia lo spettacolo è stato assicurato: `Ho cominciato a guidare facendo scivolare la ruota posteriore e a poco a poco ho ridotto lo svantaggio. Ho intravisto la possibilità del podio e, quando li ho raggiunti, ho dato tutto quello che avevo per vincere. Volevo dare una svolta alla situazione, perché per ben due volte, a Barcellona e a Valencia la vittoria mi era sfuggita. Oggi finalmente ho vinto davanti al mio pubblico´.

Quanto a questo Elias ha raggiunto perfettamente l'obiettivo perché alla fine della gara aveva tutto il pubblico ai suoi piedi: inoltre ha lasciato Jerez col massimo bottino di punti possibile e ha notevolmente migliorato la sua posizione in campionato dopo lo zero di Suzuka e l'ottavo posto di Welkom. Adesso è quinto con 30 punti da recuperare su Poggiali ma ha ritrovato soprattutto il suo status di pilota forte e di aspirante al titolo, esattamente ciò che voleva.

Tags:
250cc, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›