Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

L'analisi del mondiale di Randy De Puniet prima del suo GP di casa

L'analisi del mondiale di Randy De Puniet prima del suo GP di casa

L'analisi del mondiale di Randy De Puniet prima del suo GP di casa

Il francese Randy De Puniet, si appresta ad affrontare il prossimo GP Polini di Francia carico dello stesso entusiasmo con cui ha iniziato la stagione mondiale. Si tratta del suo terzo anno nella quarto di litro ma questa volta, in veste di pilota ufficiale, con il temperamento deciso che lo contraddistingue, De Puniet sta già pianificando la sua strategia per il resto del campionato. Finora è salito due volte sul terzo gradino del podio e, in attesa di disputare il GP di casa di Le Mans, ha confessato le sue speranze motograndprix.com.

motograndprix.com: Con quali emozioni affronti il tuo GP di casa?
Randy de Puniet: Con uno spirito positivo e molto motivato. Fino ad ora quest'anno ho fatto delle buone gare e sono arrivato sul podio in Sud Africa e a Jerez. Spero di riuscire quanto meno a ripetermi e a salire di nuovo sul podio anche se Le Mans non è una delle mie piste favorite. Mi piacciono i circuiti veloci, come Suzuka o il Mugello, un po' meno quelli tipo Le Mans che sono una serie continua di frenate ed accelerazioni. Però ho dei buoni ricordi della pista perché l'anno scorso sono arrivato terzo. Speriamo di far meglio quest'anno.

mgp.com: Manuel Poggiali ti ha sorpreso?

RdP: No, no. E' un buon pilota ed ha una moto veloce. A Jerez comunque ho visto che non è imbattibile – è arrivato quarto mentre Elias ha dimostrato di essere in grande spolvero. Anche Rolfo è riuscito a stare davanti, e la Honda sembra migliorare gara dopo gara, quindi sono diversi i piloti che possono aspirare alla vittoria. Per questo il mio obiettivo è essere sempre consistente. E' importante finire tutte le gare e, se possibile, salire spesso sul podio. Per questo sono soddisfatto del terzo posto di Jerez. Se mi facessi ossessionare dal desiderio di vincere potrei correre dei rischi inutili e magari non riuscire a fare nemmeno un punto.

mgp.com: Immaginiamo uno scenario da sogno: la prima vittoria davanti al tuo pubblico ...
RdP: Hai detto bene, una cosa da sogno. Tutto è possibile ma non vuol dire che sia facile. Il mio obiettivo è salire di nuovo sul podio, sul gradino migliore possibile, ma è quello che spero sempre. Se sarò terzo di nuovo, ok, se arriverò secondo, meglio, e se vincerò, bene la festa sarà grandissima! Ma, lo ripeto, il mio goal è finire bene tutte le gare perché questo significherebbe far bene in campionato e magari poter lottare per il titolo.

mgp.com: Se ti trovassi a lottare per il titolo in novembre chi pensi sarebbe il tuo principale avversario?
RdP: Be, spero di trovarmici! – questo è ciò per cui la squadra sta lavorando. Penso che Poggiali, Elías, Nieto, Rolfo, la Honda infatti non è lontana, tutti saranno da quelle parti. Ed io naturalmente spero di essere nella battaglia finale!

Tags:
250cc, 2003, Randy de Puniet

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›