Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La Proton KR conferma che al Mugello correrà con la V5

La Proton KR conferma che al Mugello correrà con la V5

La Proton KR conferma che al Mugello correrà con la V5

Dopo la prima uscita a Le Mans lo scorso fine settimana, seguita da un giorno pieno di test sul circuito francese, che ha dato riscontri molto positivi, il team Proton ha deciso di gareggiare con V5 quattro tempi la prossima domenica al Mugello. La moto ha percorso più di 170 chilometri, senza che, come ci ha spiegato Chuck Aksland, insorgesse alcun problema del tipo di quelli che all'inizio avevano fatto slittare il debutto della moto. La squadra in Italia avrà tre moto a disposizione – una a testa per Jeremy McWilliams e Nobuatsu Aoki più una di riserva.

`Abbiamo avuto qualche inconveniente ma nulla di serio, ´ ha detto Aksland riferendosi al test francese. `Il motore ha tenuto bene e siamo riusciti a migliorare il set up di base e a percorrere numerosi chilometri che ci hanno permesso la raccolta di dati preziosi´.

Entrambi i piloti, dopo il primo test, hanno chiesto più potenza ma il proprietario del team, Kenny Roberts, insiste che la pazienza sia la chiave della riuscita del progetto. `La moto non è al massimo del suo potenziale ancora ma sfortunatamente non c'è il tempo materiale per lavorare su questo aspetto prima del Mugello,´ ha detto il tre volte campione del mondo. `Come ho detto a Le Mans, ci vorranno tre mesi prima per essere in grado di lottare con gli altri. Al Mugello non avremo una nave spaziale e non tutto andrà come vorremmo. Non abbiamo ancora abbastanza pezzi´.

`Quello di Le Mans è stato sostanzialmente il primo vero test, e la notizia veramente buona è che il motore abbi tenuto. Stiamo rendendo visibile a tutti quello che stiamo facendo nelle prime fasi dello sviluppo. Potremmo anche sbagliare direzione, ma penso che sia comunque interessante per tutti vedere quello che succede. Il nostro obiettivo immediato è di ottenere una maggior potenza agli alti regimi´.

Mentre la squadra continua i suoi fondamentali test da gara, cercando ancora la base della messa a punto per il telaio e per il sistema della frizione, a Banbury e negli USA prosegue il lavoro sul motore, che Rob Muzzy sta provando al branco per testare le nuove evoluzioni. `Sappiamo di aver ancora tanta strada da fare, ´ ha concluso Roberts, `Ma questa moto è solo il cerino che stiamo usando per accendere il fuoco´.

Tags:
MotoGP, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›