Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Capirossi vince il primo round della battaglia tutta italiana

Capirossi vince il primo round della battaglia tutta italiana

Capirossi vince il primo round della battaglia tutta italiana

Loris Capirossi ha piazzato la classica zampata aggiudicandosi la pole provvisoria del suo primo Gran Premio di casa in sella alla Ducati Desmosedici. E non è stata un'impresa da poco perché i suoi connazionali Valentino Rossi e Max Biaggi hanno dato vita ad un'entusiasmante primo turno di qualifica. Capirossi, che è nato a Borgo Rivola, non più lontano di 150 km. dalla pista toscana, si pone anche come uno dei favoriti alla conquista di un altro grosso premio del fine settimana, il computer messo in palio da Gericom per il pilota che ottiene la massima velocità di punta. La sua top speed di 328.9km/h, rende la Ducati Desmosedici la moto ufficialmente più veloce nella storia dei gran premi. Gli altri comunque hanno due giorni per cercare di scalzare l'italiano dal suo trono e diventare i primi vincitori del premio messo in palio dalla casa austriaca di computer.

Max Biaggi ha lanciato un ultimo assalto alla pole ma ha perso l'occasione all'ultimissima frazione dell'ultimo giro che lo ha comunque portato al terzo tempo assoluto ad un soffio dai due connazionali. Sete Gibernau continua la sua serie positiva: oggi infatti ha realizzato il quarto tempo assoluto ed ha completato la prima fila provvisoria dello schieramento.

Carlos Checa ha portato la sua Yamaha al primo posto della seconda fila, col quinto tempo a 0.336 secondi da Capirossi. Circa quattro decimi racchiudono Checa, Alex Barros, Shinya Nakano e Marco Melandri, che alla sua terza gara con la M1 continua a far bene. Makoto Tamada ha sorpreso tutti a metà del turno arrivando alla terza posizione senza aver mai messo le ruote su questa pista prima di oggi. Alla fine tuttavia il giapponese è scivolato fino alla nona posizione, un risultato più che rispettabile per il pilota della Honda.

Il compagno di marca di Tamada, per quanto riguarda le gomme, Bridgestone, Jeremy McWilliams, è stata l'altra sorpresa della giornata, riuscendo a qualificarsi in sedicesima posizione in sella alla sua nuovissima Proton V5 quattro tempi. McWilliams ha fatto un tempo a meno di due secondi da Capirossi, un risultato notevole per una moto che ha fatto il suo debutto appena due settimane fa.

Tags:
MotoGP, 2003, Gran Premio Cinzano d'Italia

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›