Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Randy De Puniet parla delle sue due cadute al Mugello

Randy De Puniet parla delle sue due cadute al Mugello

Randy De Puniet parla delle sue due cadute al Mugello

Randy De Puniet è partito dalla pole al Mugello con tutte le carte in regola per puntare alla sua prima vittoria. Il francese quest'anno ha già fatto tre podi, di cui due secondi posti e sulla pista toscana ha conquistato una fantastica pole position, che solo Manuel Poggiali è riuscito ad avvicinare. Invece è caduto una prima volta al sesto giro e un'altra mentre stava rimontando. A quel punto il suo GP Cinzano d'Italia era bello che andato. Qui di seguito De Puniet ci parla dei problemi che ha avuto in gara.

motograndprix.com: Randy, sembravi seguire Poggiali con grande sicurezza quando hai perso l'anteriore. Cos'è successo?
Randy de Puniet: Al momento non ne avevo idea. Ho perso il controllo dell'anteriore appena ho toccato il gas. Sembra impossibile che sia accaduto perché ormai avevo trasferito quasi tutto il peso dietro alleggerendo la tensione davanti. Comunque mi sono rialzato ed ho provato a tornare in gara il più velocemente possibile. La moto non era troppo malandata ed avrei potuto fare comunque il secondo posto. Ma poi sono caduto ancora, esattamente nello stesso modo.

mgp.com : E' stato un problema di gomme?
RdP: No, la scelta delle gomme era giusta. Abbiamo lavorato bene per tutto il fine settimana. Mi sentivo a mio agio col telaio e per tutte le prove abbiamo cercato di trovare la miglior combinazione telaio-gomme. Il problema è stato con i freni. La ruota anteriore ha cominciato a bloccarsi in entrata di curva senza che io nemmeno sfiorassi i freni. Avrei dovuto starci più attento dopo la prima caduta ma non ne avevo avuto nessun avviso. Quindi stavo cercando di riprendere il mio ritmo. Solo dopo, riguardando la gara in TV, mi sono reso conto che dovevo aver avuto un problema di quel genere.

mgp.com : Ma cos'è successo tecnicamente?
RdP: Non lo so davvero. La telemetria ha confermato che entrambe le cadute sono state molto strane. Nella prima avevo trasferito l'80% del peso dall'anteriore al retrotreno, quindi deve essere stata la ruota a bloccarsi perché è stato in quel momento che ho perso l'aderenza.

mgp.com :Naturalmente sei molto seccato…
RdP: Naturalmente. Avrei potuto fare un buon risultato. Mi sarebbe piaciuto vincere la mia prima gara al Mugello, per l'Aprilia e per la mia squadra. E poi quella pista mi piace molto e mi sono divertito da matti durante le qualifiche. Guardando al mondiale la cosa diventa ancora più dura. Ero così contento di essere lì, a sette punti, dopo un avvio di stagione difficile a Suzuka. Ero calmo e deciso prima del Mugello e adesso sono quinto in campionato a 32 punti. Ho buone ragioni per essere arrabbiato. Però devo concentrarmi su Barcellona. Mi piace anche quella pista e, durante una simulazione di gara ai test IRTA, ho battuto sei volte il record. Il mio miglior tempo è stato 1´46. 85. Darò il massimo, potete contarci.

Tags:
250cc, 2003, Randy de Puniet

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›