Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Rossi continua a battere record

Rossi continua a battere record

Rossi continua a battere record

Valentino Rossi questa settimana passa direttamente dal Mugello al circuito di Catalunya , con un altro record al suo attivo, un'altra pietra miliare sulla strada della sua ricca carriera. Il ventiquattrenne pilota di Pesaro, grazie alla cinquantatreesima vittoria assoluta, ha allungato il suo vantaggio in campionato su Max Biaggi, portandolo a 32 punti e superando nello stesso tempo il traguardo dei 1000 punti in carriera. Ha anche conquistato in centocinquantunesimo successo per l'Italia nella classe regina permettendole di scavalcare gli Stati Uniti nella classifica di vittorie per nazioni. Un successo a Barcellona gli permetterebbe inoltre di raggiungere Mick Doohan – il suo mentore e predecessore nella squadra Repsol Honda – in quanto a numero di vittorie. I pronostici sono tutti a suo favore perché Rossi a Barcellona ha vinto gli ultimi due gran premi nella classe regina e altre tre volte in 125 e 250.

Il veloce e filante circuito catalano sembra fatto apposta per Rossi e per la RC211V, ma il pilota che durante l'inverno ha fatto parlare di se su questo tracciato è stato Loris Capirossi che in marzo, con la sua Ducati, ha fatto il giro più veloce nei test ufficiali della MotoGP. Il pilota di Borgo Rivolo al Mugello ha già lanciato un avvertimento ai suoi avversari arrivando ad appena 1.416 secondi da Rossi dopo aver vinto un duello serrato con Max Biaggi. Capirossi sulla pista toscana ha segnato il nuovo record di velocità assoluta raggiungendo, durante la gara, i 332.4 km/h. A Barcellona poi avrà l'opportunità di ottenere un nuovo primato perché nei 1047 metri del rettilineo del Catalunya in marzo aveva già raggiunto i 328.2 km/h.

Sete Gibernau si presenta alla sua gara di casa in cerca di riscatto dopo il deludente settimo posto del Mugello che gli ha fatto perdere terreno rispetto al leader del mondiale. Lo spagnolo ha vinto due delle prime quattro gare ma deve ancora adattarsi alla RC211V ufficiale che ha cominciato a guidare dalla terza gara della stagione. Al Mugello non è riuscito a trovare la messa a punto migliore ma conosce il circuito catalano meglio di qualsiasi altro e ha una buona tradizione di successi davanti al pubblico di casa. A Barcellona è salito già una volta sul podio e tre volte è arrivato nei primi cinque mentre a Valencia ha colto una strepitosa vittoria.

L'altro catalano della MotoGP, Carlos Checa, è a sua volta alla ricerca di un risultato che gli risollevi il morale. Il pilota ufficiale della Yamaha quest'anno non è mai riuscito ad arrivare nei primi cinque ma spera che la qualifica in seconda fila e l'ottavo posto del Mugello siano il punto di partenza per costruire qualcosa di meglio. Alex Barros rimane il pilota Yamaha con la miglior posizione in campionato, la quarta, nonostante la caduta di domenica scorsa. Anche lui potrà contare su una nutrita schiera di tifosi in Spagna dato che da anni ne ha fatto la sua base europea.

La deludente stagione di Kenny Roberts non ha dato segni di miglioramento e anzi, la sua partecipazione alla prossima gara desta qualche dubbio dopo l'infortunio subito domenica nella caduta che ha coinvolto anche il compagno di squadra John Hopkins. Anche Hopkins è dolorante e non è sicuro se domenica sarà in grado di guidare. Sul fronte Kawasaki Akira Yanagawa sarà il pilota che affiancherà, come wildcard, gli ufficiali Garry McCoy ed Andrew Pitt.

Tags:
MotoGP, 2003, Gran Premi Marlboro de Catalunya, Valentino Rossi

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›