Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Rossi, d'autorità, a Barcellona

Rossi, d'autorità, a Barcellona

Rossi, d'autorità, a Barcellona

Si poteva pensare ad un certo numero di candidati per la pole a sorpresa nel caldo soffocante di Barcellona ma alla fine è stato il solito Valentino Rossi a riaffermare la propria autorità in sella alla Honda RC211V, facendo registrare un nuovo record per la pole e infliggendo quasi mezzo secondo al suo diretto inseguitore. Il pilota dell'Aprilia, Colin Edwards, Shinya Nakano con la Yamaha, e Makoto Tamada con la sua Honda gommata Bridgestone, hanno tentato di rubargli le luci della ribalta ma l'italiano ha imposto la sua legge e alla fine solo Loris Capirossi su Ducati e il collega sulla Honda ufficiale Sete Gibernau, sono riusciti a contenere il distacco.

Capirossi è secondo davanti a Gibernau con lo spagnolo che non è riuscito a portare a buon fine il suo assalto finale, perdendo il vantaggio accumulato nella prima parte del suo giro veloce. Nakano è stato relegato al quarto posto ma domani potrà tentare di consolidare la sua prima fila per la seconda volta in questa stagione. Tamada, che è stato anche in terza posizione durante la sessione, è sceso poi in seconda davanti a Max Biaggi, Colin Edwards e Alex Barros. Il brasiliano è caduto a 15 minuti dalla fine mentre stava girando forte e non è stato più capace di migliorare. Ha comunque conservato di un soffio la seconda fila provvisoria.

John Hopkins ha reagito all'assenza del compagno di squadra e alle conseguenze della caduta di domenica scorsa portando la sua Suzuki all'undicesimo posto mentre la wildcard della Kawasaki, Akira Yanagawa, ha sopravanzato i colleghi ufficiali Andrew Pitt e Garry McCoy qualificandosi quindicesimo. Nobuatsu Aoki è stato rallentato da problemi meccanici ed ha potuto fare solo nove giri con la sua Proton V5, ma è comunque riuscito a qualificarsi per la gara.

Tags:
MotoGP, 2003, Gran Premi Marlboro de Catalunya

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›