Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Thomas Luthi: la sorpresa del GP Marboro di Catalunya

Thomas Luthi: la sorpresa del GP Marboro di Catalunya

Thomas Luthi: la sorpresa del GP Marboro di Catalunya

Prima del sesto appuntamento del calendario iridato al Catalunya, solo uno dei tifosi più appassionati di motociclismo sapeva chi fosse Thomas Luthi. Il suo miglior risultato, fino a quel momento, era stato un nono posto che non avrebbe spinto molti a puntare su di lui per il podio della gara di domenica. Eppure è proprio così che ha finito la sua gara, sul secondo gradino del podio, al fianco di Dani Pedrosa ed Alex De Angelis, ben più abituati di lui a finire nei primi tre.

Alcuni dei tifosi locali avrebbero comunque potuto riconoscere il suo sorriso da ragazzino perché il giovane svizzero aveva vinto, circa un mese fa, una gara del campionato spagnolo, CEV, proprio su questa pista. `Avevo corso qui una gara del CEV in maggio e quindi conoscevo molto bene il tracciato,` ha detto infatti il teen ager dopo la gara. `Avevo visto questi ragazzi (Pedrosa e De Angelis) in televisione, e con loro finora avevo duellato solo nei miei sogni; invece oggi mi sono trovato spalla a spalla con loro per la vittoria. E' fantastico, semplicemente fantastico. Il mio primo podio è una gioia immensa´.

Luthi ha fatto il suo debutto a 15 anni al Sachsenring la scorsa stagione prendendo il posto dell'infortunato Jakub Smrz fino alla fine della stagione ed è andato a punti in una sola occasione, col nono posto all'Estoril. E' riuscito a ripetere lo stesso risultato a Suzuka e a Le Mans quest'anno ma domenica scorsa ha scritto un capitolo completamente nuovo nella storia del motociclismo svizzero. Una coincidenza vuole che l'ultimo podio svizzero nel mondiale della 125cc sia quello di un altro Luthi, Heinz, che però non ha nessuna parentela con Tomas. Heinz Luthi era arrivato terzo ad Hockenheim nel 1991 alle spalle di Ralf Waldmann e di Loris Capirossi.

Tags:
125cc, 2003, Thomas Luthi, Thomas Lüthi

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›