Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Jan Witteveen riflette su una stagione che è una pietra miliare dell´Aprilia

Jan Witteveen riflette su una stagione che è una pietra miliare dell´Aprilia

Jan Witteveen riflette su una stagione che è una pietra miliare dell´Aprilia

Dopo aver conquistato la 150° vittoria con Steve Jenkner ad Assen, l'Aprilia è rapidamente salita a 153 trionfi grazie alla successiva vittoria di Anthony West, sempre al Dutch TT, e alla doppietta spagnola di Barbera e di Fonsi Nieto a Donington. Solo quattro Case hanno avuto più successo dell' azienda di Noale nella storia dei Gran Premi, ma potrebbero ridursi a tre già dal prossimo fine settimana se l'Aprilia dovesse superare le 154 vittorie della Suzuki. La casa italiana salirebbe così al quarto posto di questa speciale classifica alle spalle di marchi come Honda, Yamaha ed MV-Agusta. Si tratta di un'impresa non da poco soprattutto considerando che il primo di questa lunga lista di successi risale solo al 1987, quando Loris Reggiani vinse il Gran Premio di San Marino Classe 250cc.

Il Direttore Generale Jan Witteveen è arrivato in Aprilia come ingegnere progettista due anni dopo quel primo indimenticabile trionfo e da allora il suo ruolo nell'azienda è diventato sempre più importante. Witteveen ha guidato l'Aprilia alla conquista di sedici titoli mondiali in dodici anni e quest'anno si gode il dominio assoluto delle sue moto nella classe 250cc dove Manuel Poggiali, Toni Elias, Randy de Puniet, Anthony West e Fonsi Nieto hanno contribuito a portare a 12 il record delle vittorie di fila ottenute dalla casa italiana nella quarto di litro. In questa intervista esclusiva il tecnico olandese racconta la crescita dell'Aprilia sin da quello storico giorno a Misano, di sedici anni fa, e spiega i progetti della Casa per il prossimo futuro.

Tags:
250cc, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›