Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Una nuova sfida aspetta la Ducati sullo stretto e tortuoso circuito del Sachsenring

Una nuova sfida aspetta la Ducati sullo stretto e tortuoso circuito del Sachsenring

Una nuova sfida aspetta la Ducati sullo stretto e tortuoso circuito del Sachsenring

Il Ducati Marlboro Team comincia la seconda parte della stagione del suo debutto in MotoGP in quello che si prospetta uno dei circuiti più difficili per la potente Desmosedici. Il circuito del Sachsenring, stretto e tortuoso, è un territorio sconosciuto per quasi tutti i membri della squadra, compreso Troy Bayliss, ma il direttore tecnico, Corrado Cecchinelli, assicura che gli ingegneri hanno avuto istruzioni di non togliere nulla alla potenza della Desmosedici riprogrammando il sistema di gestione del motore.

`La potenza non è mai abbastanza! ´ sorride Cecchinelli. `Noi la pensiamo in questo modo - nei circuiti lenti, ai piloti è sufficiente dosare con più attenzione il gas! Lavoreremo, comunque, sulla stabilità dell'avantreno, per superare i problemi che entrambi i nostri piloti hanno sofferto nelle curve strette di Donington. Curve di questo tipo non mancano anche al Sachsenring. I test di Brno, sono stati finalizzati a trovare le regolazioni più adatte a quel circuito, per essere in piena forma per il GP del mese prossimo´.

Il compito della Ducati sembra piuttosto difficile, perché la neonata Desmosedici deve ancora raggiungere le Honda dal punto di vista della maneggevolezza e delle prestazioni in generale. Tuttavia la squadra sarebbe assolutamente caricata da un risultato inaspettato su una pista poco familiare, com'è successo ad Assen con la pole position di Capirossi, e in generale con il quarto e quinto posto assoluto dei suoi piloti nella classifica iridata. `Arriviamo in Germania pieni di ottimismo, ´ conferma il direttore del team Livio Suppo. `Il Sachsenring è una pista difficile e completamente diversa dalle altre, ma grazie all'ottimo assetto di base delle nostre moto, riusciamo ad adattarci bene e velocemente a tutti i circuiti. ´

Ascoltate cosa si aspettano Loris Capirossi e Troy Bayliss da questa gara cliccando sul link video alla destra della pagina.

Tags:
MotoGP, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›