Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Antonio Cobas racconta i segreti di una pista molto amata da Max Biaggi

Antonio Cobas racconta i segreti di una  pista molto amata da Max Biaggi

Antonio Cobas racconta i segreti di una pista molto amata da Max Biaggi

Con sette vittorie che portano il suo nome, a Brno Max Biaggi può sicuramente vantare il record più eclatante di tutti i suoi colleghi della MotoGP. La gara di questo fine settimana è cruciale per le sue speranze iridate dato che l'italiano deve reagire ai demoralizzanti effetti della sua caduta al Sachsenring dove era scattato dalla pole position. In questo articolo Antonio Cobas, il direttore tecnico della sua squadra, il Camel Pramac Pons Team, spiega perché questa pista ondulata e veloce si adatti alla perfezione al suo stile e racconta come lavorerà la sua squadra per mettere a punto la RC211V in questo fine settimana:

`La larghezza della pista, che raggiunge in 15 metri, la rende ideale per uno stile fluido e pulito che ricorda la tecnica della 250cc, e basta guardare al successo di Max in questi anni per averne un diretto riscontro. Per capire bene questo concetto basta osservare la prima curva. E' una curva a destra che forma quasi un angolo a 180° dopo il rettilineo della partenza. Non è un raggio ampio ma i piloti `top´ la affrontano lo stesso a circa 135 km/h´.

`Un'altra peculiarità di Brno sono le salite e le discese molto ripide. La pista si trova a 450 metri sul livello del mare e varia di 74 metri dal suo punto più basso a quello più alto. La discesa più ripida ha un dislivello del cinque per cento mentre la salita più ripida, in una lunghezza di 950 metri, raggiunge il 7.52 per cento´.

`Dobbiamo riuscire a fornire ai piloti una moto molto agile in modo che possano percorrere il più rapidamente possibile i cinque larghi cambi di direzione tipo chicane, tre delle quali conducono alla lunga salita del rettilineo finale. Anche la messa a punto del motore è essenziale per permettere ai piloti di affrontare nel modo più fluido possibile tutte le curve. Data la grande larghezza della pista possono accelerare molto presto in uscita, sempre che il motore sia regolato adeguatamente´.

`Un'altra caratteristica della tracciato che influisce sul set up della moto è quella che determina la regolazione del cambio, in questo caso uno dei più ravvicinati del mondiale. Basti pensare che la sesta, che non è particolarmente alta, viene usata a circa 295 km/h laddove la seconda raggiunge i 190. Decisamente uno dei più ravvicinati´.

`Anche se a Brno non abbiamo mai gareggiato con le quattro tempi, con Max abbiamo fatto degli ottimi test solo qualche settimana fa. Ha sempre fatto il tempo più veloce ed ha un bel background di risultati grazie al suo stile fluido. Brno ci mette di fronte a molte sfide e per questo ci piace tanto correre lì.´

Tags:
MotoGP, 2003, GAULOISES GRAND PRIX ČESKÉ REPUBLIKY, Max Biaggi

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›