Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La MotoGP si ferma a Brno per una giornata di test

La MotoGP si ferma a Brno per una giornata di test

La MotoGP si ferma a Brno per una giornata di test

Le previsioni che davano pioggia per il lunedì successivo al Gran Premio della Repubblica Ceca sono state clamorosamente smentite da una giornata calda e un po' afosa che ha permesso ai piloti di girare in tutta tranquillità. Tutti i top team della MotoGP si sono fermati per un giorno di prove sulla pista prenotata dalla Michelin che fin dalle prime ore della mattina ha visto scendere in pista le squadre di Honda, Ducati, Yamaha, Suzuki, Aprilia, Proton, Kawasaky e WCM. Quest'ultima ha fatto debuttare finalmente il suo prototipo quattro tempi guidata da David De Gea.

`David ha percorso 70 giri senza particolari problemi ha detto il team manager Peter Clifford. `Certo i tempi sono alti ma non erano di certo quello a cui guardavamo. Il motore ha tenuto, non ci sono state rotture e questo è bel successo. Prevedo che all'Estoril che entrambi i piloti gareggeranno con la quattro tempi´.

L'attenzione generale tuttavia era concentrata su Valentino Rossi, che, svegliato a fatica dal suo capo tecnico Jeremy Burgess in tarda mattinata, poco prima della pausa pranzo è sceso in pista con una Honda con una carenatura nero carbonio, esteticamente diversa anche per quanto riguarda la sella, ma soprattutto spinta da un motore evoluto che presentava anche scarichi (liberi) diversi da quelli utilizzati nelle ultime due gare. Tutto materiale che Gibernau non ha provato.
`Dopo le emozioni del Gran Premio è stato difficile rimettermi al lavoro´, ha ammesso Valentino, `anche perché la Michelin ci ha dato delle gomme che necessitano di più trazione, per cui ci siamo dovuti impegnare a fondo per trovare gli assetti giusti´.

Sete Gibernau si è dedicato esclusivamente alla prova della gomme, in particolare degli pneumatici anteriori, e poi è partito verso l'Italia dove passerà una settimana di vacanza-lavoro ospite del suo team manager, Fausto Gresini. Il pilota spagnolo, ormai lo sfidante ufficiale di Valentino Rossi per il titolo della MotoGP, è atteso anche a Misano a girare con il Supermotard come allenamento.
Il suo compagno di squadra, Kiyonari, ieri ha trascorso una giornata da scolaro, girando col suo capotecnico lungo la pista per osservare, ed imparare, dai suoi colleghi.

Dopo aver verificato con successo l'efficacia della nuova carena e del nuovo telaio, ed averli utilizzati sia in prova che in gara, i piloti della Ducati si sono concentrati sulla nuova forcella Ohlins, di diametro maggiorato, il cui test era stato volutamente programmato per questa giornata di prove, e su una serie di nuovi pneumatici anteriori Michelin. `La forcella va decisamente bene´, ha detto Loris, `la moto è ancora più stabile in frenata, e insieme al nuovo telaio e alle nuova gomma anteriore Michelin ci fanno fare un notevole passo avanti per le prossime gare´.
Non ha potuto sfortunatamente provarla il suo compagno di squadra, Troy Bayliss, costretto a fermarsi dopo una scivolata, fortunatamente senza conseguenze, proprio quando doveva provare la nuova forcella.
`La moto adesso è perfetta! ´ ha commentato Troy a fine prove `Ho girato forte e ho potuto provare molto. Proverò la forcella appena possibile, per il momento sono più che soddisfatto. Direi proprio che il bilancio di questa trasferta in Repubblica Ceca è più che positivo´.

Max Biaggi è stato uno dei primi piloti a scendere in pista, ieri mattina, e probabilmente l'ultimo a spegnere il motore della sua RC211V al termine di una giornata di intensissimo lavoro sulla pista della Repubblica Ceca `L´unico modo per smaltire un po' la delusione è stato gettarmi a testa bassa nel lavoro, ha detto Biaggi, che ha potuto provare su una delle due moto il precedente motore con scarichi liberi - la moto va un pelino meglio. Non sono ancora soddisfatto ma ci stiamo impegnando tantissimo´.

I tempi (non ufficiali)

Loris Capirossi 1'59.0
Tohru Ukawa 1'59.0
Troy Bayliss 1'59.4
Carlos Checa 1'59.6
Sete Gibernau 1'59.7
Valentino Rossi 1'59.7
Olivier Jacque 1'59.8
Marco Melandri 2'00. 65
Nicky Hayden 2'00.0
Max Biaggi 2'00.1
Colin Edwards 2'00.5
Makoto Tamada 2'00.5
Alex Barros 2'01.1
David De Gea 2'08.0.

Tags:
MotoGP, 2003, Loris Capirossi

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›