Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

I giudizi di Nobby Ueda sul mondiale e i suoi piloti

I giudizi di Nobby Ueda sul mondiale e i suoi piloti

I giudizi di Nobby Ueda sul mondiale e i suoi piloti

Nobby Ueda ha deciso di appendere il casco al chiodo un anno fa ma continua a seguire attentamente la 125cc, di cui ha fatto parte per 12 anni. Nel suo nuovo ruolo di commentatore TV e di scopritore di talenti, l'ex pilota è diventato un valido promotore dello sport nel suo paese. Il carismatico vincitore di 13 gran premi ha raccontato a www.motograndprix.com cosa pensa dell'attuale campionato.

`Senza dubbio quest'anno la lotta è molto serrata, cosa dimostrata dal fatto che nessuno ha vinto due gare di fila e che ci sono stati parecchi vincitori diversi´, ha commentato Nobby. `I giovani migliorano gara dopo gara e diversi piloti più esperti stanno dando prova del loro talento, anche se Pedrosa sembra il più consistente del gruppo. A me è piaciuto particolermente Steve Jenkner e la sua prima vittoria, perché l'ha meritata tutta,´ ha aggiunto.

`Sono sorpreso di quello che è successo a Vincernt. Sia lui sia Locatelli sono piloti molto veloci. La KTM, come la Gilera e la Derbi, al momento sta venendo meno ai suoi obiettivi, se si guarda ai risultati generali. Tuttavia sono convinto che tutte e tre miglioreranno ed entreranno in gioco con gli avversari. Mi ha fatto piacere seguire i progressi di Dovizioso e di Luthi, che stanno crescendo rapidamente. Personalmente spero che le cose vadano bene al mio ex compagno di squadra Lucio (Cecchinello) e ovviamente ai due piloti giapponesi. Lucio è veloce ed intelligente e sono sicuro che quest'anno abbia delle buone chances. Con tutto il rispetto per i miei connazionali, penso che stiano attraversando un periodo difficile. Però Ui sembra si stia riprendendo da un periodo di scarsa forma mentre per Azuma, che non sta andando molto bene, spero che il periodo di relax che ha trascorso in Giappone lo aiuti a sistemare le cose. ´

Ueda è stato recentemente coinvolto in una scuola per giovanissimi piloti, un'attività che ha svolto con enorme entusiasmo: `Ho tenuto un corso di qualche giorno per piloti in erba, presso la scuola di Pocket Bike di Takuma Aoki. Si è svolto a Suzuka, nel periodo della 8 ore e ben 300 bambini l'hanno frequentato. La maggior parte aveva partecipatro anche in precedenti occasioni, l'anno scorso o durante il festival di Suzuka. Con Takuma e gli oganizzatori del circuito vogliamo continuare questa formula sperando di dare un contributo al futuro di questo sport´.

Tags:
125cc, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›