Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La MotoGP lascia l'Europa verso il Brasile per il Gran Premio Cinzano di Rio

La MotoGP lascia l'Europa verso il Brasile per il Gran Premio Cinzano di Rio

La MotoGP lascia l'Europa verso il Brasile per il Gran Premio Cinzano di Rio

Dopo cinque mesi di gare europee il motomondiale questa settimana si sposta in un altro continente, per il primo di quattro appuntamenti oltreoceano, il Gran Premio Cinzano di Rio. Il campione del mondo Valentino Rossi arriva a Rio de Janeiro in cerca del suo sesto successo sul circuito di Jacarepagua dove ha trionfato nelle tre passate edizioni nella classe regina e nel 1997 e 1999 rispettivamente nella 125cc e nella 250cc. Il suo obiettivo sabato prossimo sarà quello di assicurarsi l'imbattibilità sulla pista carioca per il quarto anno di fila.

Con solo 46 punti di vantaggio su Sete Gibernau, Rossi quest'anno non potrà celebrare la vittoria del mondiale come fece la scorsa stagione, quando si aggiudicò il titolo a quattro gare dalla fine. Tuttavia la sua prima doppietta stagionale, intesa come due vittorie in successione, ottenuta grazie al successo a Brno e in Portogallo, che ha anche a portato a 17 il suo record di podi di fila, consentirà alla Honda di presentarsi a Rio con la possibilità di aggiudicarsi il quindicesimo titolo costruttori, con un solo podio dei suoi piloti.

L'italiana Ducati, che pare abbia cercato di strappare Valentino Rossi alla Honda per il 2004, farà il possibile per portare al successo i suoi due piloti, Loris Capirossi e Troy Bayliss, freschi di due giorni di test al Mugello. Con le moto da gara già sulla via del Brasile, i due hanno guidato quelle della squadra sviluppo per valutare una nuova serie di particolari. Tra questi c'era la nuova forcella con la quale Bayliss, che la usava per la prima volta, ha girato due decimi più veloce della pole di Rossi dello scorso giugno.

Carlos Checa guiderà la sua Yamaha nel 120° gran premio in carriera, che correrà su una pista dove ha vissuto alterne fortune. L'anno scorso, partito ultimo è arrivato davanti a tutti solo per cadere a pochi giri dalla fine, mentre nel 2001 è stato battuto per un soffio da Rossi all'ultima curva.

Il suo compagno di marca, Alex Barros, uno dei sette piloti che hanno all'attivo più gare dello spagnolo nella classe regina, in Brasile ha finito entro i primi quattro negli ultimi quattro anni e sabato cercherà a tutti i costi di mantenersi agli stessi livelli dopo una stagione per lui alquanto deludente. Il brasiliano finora è salito sul podio solo in un'occasione, sotto la pioggia, a Le Mans in maggio e attualmente è ottavo in classifica generale.

Tags:
MotoGP, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›