Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Il Nelson Piquet da il benvenuto alla MotoGP

Il Nelson Piquet da il benvenuto alla MotoGP

Il Nelson Piquet da il benvenuto alla MotoGP

La MotoGP è giunta in Brasile dove squadre e piloti hanno svuotato le casse e hanno dato vita a tutti i preparativi necessari per affrontare, a partire da domani, la prima della quattro gare oltreoceano, quella di Rio de Janeiro. Il campione del mondo in carica, Valentino Rossi, ben assuefatto all'atmosfera festosa di Rio dopo avervi vinto due dei suoi quattro titoli mondiali, era di ottimo umore quando ha varcato i cancelli del circuito dove si è presentato con i capelli tinti nei tradizionali colori giallo-verdi della bandiera brasiliana. Rossi, che ha vinto per cinque volte di seguito in questo circuito nelle tre classi, afferma che questa gara sarà un altro appuntamento chiave della sua carriera su una pista per lui diventata, del tutto inaspettatamente, magica.

`Quando ho corso qui per la prima volta in 125cc, nel 1996, sono caduto tre volte, di cui una al primo giro della gara,´ dice Rossi. `Ma dopo quella volta le cose sono cambiate totalmente, in meglio. Qui ho vinto la mia prima gara in 500, nel 2000, e quello è stato un punto di svolta per me perché ho finalmente imparato ad adattare il mio stie di guida alla classe superiore e da quel momento sono sempre stato veloce. Adesso amo questa pista che mi ricorda alcuni dei momenti più belli della mia carriera – specialmente la vittoria del mondiale della 250cc nel 1999 e della quattro tempi l'anno scorso. ´

Rossi ha aggiunto che il tanto chiacchierato rinnovo del contratto con la Honda non ha fatto passi in avanti sin dalla sua gara all'Estoril di due settimane fa, ma insiste che la sua attenzione è comunque tutta concentrata sulle rimanenti cinque gare della stagione. `Speravo di riuscire a definire il contratto il mese scorso ma non è stato possibile ed ora devo concentrarmi sulle corse. Ho 46 punti di vantaggio, un bel margine, ma ci sono ancora cinque gare importanti nel giro di breve tempo e devo concentrarmi su quelle.´

Il brasiliano Alex Barros ha confermato che correrà davanti al suo pubblico, nonostante le voci che lo volevano fuori a causa dell'infortunio alla spalla. Il veterano delle corse ha confermato di non essere a posto al 100% ma che cercherà di cambiare la sua fortuna già dal prossimo fine settimana. `Questa stagione è stata davvero sfortunata per me – sin dalla prima gara infortunato. Tuttora devo fare delle iniezioni antidolorifiche prima di ogni gara. Inoltre la Yamaha non è progredita come Honda e Ducati anche se speriamo che abbia qualche bella sorpresa per noi nelle gare che mancano in modo da poter finire l'anno in modo positivo. Questa gara è speciale per me, di fronte ai miei fan e speriamo che sia l'occasione buona per cambiare le sorti di questa stagione.´

Il suo compagno di squadra, Carlos Checa condivide il suo ottimismo, affermando che la YZR-M1 sta riducendo lo svantaggio dalle avversarie e per di più si adatta bene a questa pista veloce e un po' sconnessa. `Nel corso delle ultime gare il motore è migliorato parecchio e adesso è come deve essere,´ ha commentato Checa, che due anni fa a Rio è arrivato secondo e l'anno scorso è caduto mentre era in testa alla gara. `Adesso ci stiamo concentrando sul telaio e sulla ricerca di una buona messa a punto. Un buon bilanciamento è la chiave per fare bene su questa pista e se lo troveremo velocemente avremo una possibilità di lottare davanti´.

Tags:
MotoGP, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›