Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Il primo podio di Tamada conferma il grande potenziale della MotoGP

Il primo podio di Tamada conferma il grande potenziale della MotoGP

Il primo podio di Tamada conferma il grande potenziale della MotoGP

Dopo essersi trovato spalla a spalla con Valentino Rossi e Sete Gibernau sul podio della MotoGP per la prima volta in vita sua, Makoto Tamada ha descritto come quel momento come il migliore della sua carriera sportiva. Nonostante avesse già vinto a Sugo come wildcard, in una gara del campionato mondiale Superbike per derivate di serie, per Tamada il terzo posto in sella alla RC211V gommata Bridgestone – il primo podio anche per Casa di pneumatici giapponese dopo il ritorno al mondiale due anni fa – è stato il momento topico della sua carriera, fino a questo momento, migliore di qualsiasi altra vittoria.

Il ventiseienne ha fatto davvero passi da gigante nella sua prima stagione a fianco dell'elite del motociclismo e si è assicurato un posto tra i migliori del mondo quando ha superato Biaggi nelle fasi finali della gara di sabato, corsa su una pista che non conosceva. Non è la prima volta che Tamada dimostra il suo talento su tracciati a lui ignoti: infatti è arrivato quarto a Jerez, sesto al Mugello e settimo in Catalogna. In effetti le sole piste che Tamada conosceva prima dell'inizio della stagione erano quelle di Suzuka e Motegi e adesso, con le Bridgestone che finalmente hanno accorciato le distanze dalla Michelin nella classe regina, i suoi rivali si aspettano un'altra dimostrazione di forza a Motegi, nel GP Gauloises del Pacifico che si corre tra due settimane.

`La gara è stata grandiosa – sono partito bene ed ho immediatamente provato a prendere un buon ritmo,´ ha detto con un sorriso da un orecchio all'altro l'affabile giapponese. `Conoscevo il nostro potenziale e dovevo solo riuscire ad arrivare lì davanti per dimostrarlo. Ho cercato di resistere il più a lungo possibile prima di rallentare il passo e ho cominciato a frenare tardissimo. Ho messo tutto il mio cuore e tutta la mia determinazione in quello che stavo facendo. E' sicuramente vero che in termini di qualità e di durata le nostre gomme vanno sempre meglio ma di certo non possiamo fermarci adesso. Dobbiamo andare avanti così. Mi sento molto motivato e felice. Grazie Bridgestone! Grazie squadra!´.

Tags:
MotoGP, 2003, Makoto Tamada

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›