Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Toni Elias affronta il campionato gara per gara

Toni Elias affronta il campionato gara per gara

Toni Elias affronta il campionato gara per gara

Due stagioni fa, Toni Elias si è auto escluso dalla lotta per il titolo della classe 125cc, che si giocava sempre contro Manuel Poggiali, cadendo a Motegi dopo quattro giri di gara. Un anno più tardi sulla pista giapponese ha colto una grande vittoria al termine di un'emozionante testa a testa con Marco Melandri. Il prossimo fine settimana dovrà compiere un'impresa simile se vuole recuperare qualcosa dopo la catastrofica caduta nell'ultimo giro del GP di Rio, che ha consegnato a Poggiali un confortante vantaggio in classifica generale. Se il punteggio pieno gli avrebbe consentito di ridurre il gap a soli nove punti, il risultato opposto, quello che è accaduto, lo ha relegato al quarto posto in campionato, a 39 punti dal leader. Elias tuttavia ha deciso di mantenere un atteggiamento positivo per quanto riguarda le ultime quattro gare e, dopo una stagione dietro le quinte sfibrante, è fiducioso di poter lottare per il titolo anche nel 2004.

"La verità è che quest'anno è stato durissimo, sono successe molte cose inaspettate e all'inizio abbiamo avuto molti problemi, che sono gradualmente migliorati durante l'anno, specie con il mio nuovo capo meccanico, Giovanni Sandi," ha detto Elias, che quest'anno ha vinto tre gare. "Abbiamo cambiato tutto – adesso ho tutto ciò che mi serve per correre come voglio. Siamo ancora in lotta per il titolo ma non ci voglio pensare, ho deciso di concentrarmi su ogni gara man mano che arriva e di fare il maggior numero di punti".

"Elias in ogni caso riconosce che le tre gare di fila fuori Europa saranno determinanti per la sorte del campionato che però, pensa, si deciderà solo nell'ultima gara, a Valencia. "Immagino che arrivare all'ultima gara, a Valencia, in lotta per il titolo, sia una dura prova per i nervi. Comunque, per prima cosa devo arrivarci in quella posizione poi, se così sarà, le cose saranno di certo complicate. Però la cosa buona di correre in casa è il supporto della gente e la motivazione extra che questo comporta, che è un bene. Ci sono ancora cinque piloti che possono vincere il titolo, sarà dura. Non c'è una differenza abissale in termine di punti ma le cose si faranno difficili. Staremo a vedere.

Con l'accrescersi delle voci che lo darebbero alla Honda nel 2004, il ventenne afferma che nulla è stato ancora definito, a parte Il fatto che vuole rimanere nella quarto di litro. "Il prossimo anno ho già deciso una cosa, di rimanere in 250cc. E' presto per decidere con chi ma," conclude "ci sono molte cose che si stanno muovendo".

Tags:
250cc, 2003, Toni Elias

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›