Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Biaggi ha festeggiato la vittoria con un party organizzato dal suo fan club giapponese

Biaggi ha festeggiato la vittoria con un party organizzato dal suo fan club giapponese

Biaggi ha festeggiato la vittoria con un party organizzato dal suo fan club giapponese

Max Biaggi ha festeggiato la vittoria numero 41 della sua carriera con un party organizzato per lui domenica sera in una sala del Twin Ring Motegi Hotel dal suo fan club giapponese `Amico Max´.

Sessanta tifosi hanno aspettato pazientemente che Max finisse le interviste di rito, parlasse con i tecnici e preparasse la sua cassa per la spedizione a Sepang per trascorrere un´ora di festa col proprio campione. La sera stessa Max si è trasferito ad Yokohama dove lunedì ha trascorso una giornata tra interviste con la stampa giapponese e qualche ora di shopping nei centri commerciali e nelle vie del quartiere di Chinatown.

`Non sono ancora riuscito a fermarmi un attimo dal momento in cui sono sceso di sella dopo la gara´, ha confessato il pilota della Honda. `Appena chiusa l´ultima serratura della cassa, e dopo una doccia veloce ho incontrato i tifosi del mio fan club. Ci siamo divertiti ma appena finita la festa mi sono dovuto mettere in macchina per un viaggio di tre ore fino a Yokohama. Oggi la mia giornata è trascorsa fra interviste e shopping ed è terminata con una cena molto piacevole in un ristorante giapponese, con il mio amico Akira, Marino e qualche amico. La giornata è stata così piena che non ho ancora avuto il tempo di ripensare alla gara. Per la prima volta, dopo il GP di Brno, ho provato piacere a guidare la moto aggiornata perché finalmente sono riuscito a sfruttarla. Spero che a Sepang la moto vada allo stesso modo, perché la pista malese mi piace molto. E' medio-veloce, estremamente larga e permette di sbizzarrirsi con le traiettorie. Mi piace molto anche il clima: il caldo torrido, lungi dal darmi fastidio, mi esalta e io rendo al meglio in queste condizioni perché mette a dura prova non solo il fisico ma anche le gomme. Io sono un pilota che per lo stile di guida non stressa troppo gli pneumatici quindi se tutto va bene e riusciamo a mettere a punto la moto come abbiamo fatto qui, posso giocarmela di nuovo in gara´.

Max Biaggi ora è terzo in classifica iridata, a 25 punti da Gibernau: `Recuperarli in tre gare non sarà facile, ma un pensierino è normale farlo – ha detto il pilota romano – anche se non era questo l´obiettivo del campionato. Io corro per vincere, non per arrivare secondo, e questo è il motivo per cui, pur avendo commesso qualche errore, quest´anno, non me ne rammarico più di tanto. Non corro mai da ragioniere, do sempre il massimo´.

Tags:
MotoGP, 2003, Max Biaggi

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›