Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Nicky Hayden si dimostra una vera promessa a poche gare dalla fine

Nicky Hayden si dimostra una vera promessa a poche gare dalla fine

Nicky Hayden si dimostra una vera promessa a poche gare dalla fine

Debuttare nel mondiale con Valentino Rossi come compagno di squadra e con una moto che negli ultimi due anni ha dato più di una prova di essere un mezzo vincente non è esattamente una passeggiata.

Ma bisogna riconoscere che il debuttante Nicky Hayden ha saputo affrontare tutto questo e rivelare il vero potenziale per cui, prima dell'inizio della stagione, si parlava di lui come di un pilota che doveva far parte della serie iridata.

Hayden ha affrontato una pressione che piloti meno dotati avrebbero subito e il suo anno di duro lavoro è stato in parte ripagato lo scorso week end, a Motegi, quando ha guadagnato il primo podio in carriera.

A soli 22 anni, l'affabile e simpatico americano si è assicurato il primo podio (sicuramente indotto dalla squalifica di Tamada, ma ampiamente meritato), dopo aver preso confidenza con al sua RC211V. Domenica scorsa faceva scivolare la gomma posteriore in entrata di curva in un modo di cui sarebbe fiero il suo compagno di squadra e campione del mondo.

Immediatamente prima di Motegi Hayden era arrivato due volte quinto e una sesto ma la misura del suo impegno e della sua ambizione è data dal modo in cui ha reagito all'arrivo del suo primo podio, nonostante l'avesse inseguito a lungo in gara.

"Non è così che voglio stare davanti" ha detto domenica sera. "Voglio guadagnarmi il podio nel modo giusto, per questo sto lavorando tanto. La gara è stata notevole, questo è sicuro! Vorrei aver lottato per la vittoria ma sono comunque contento del mio miglior risultato stagionale. Ho guidato con grande determinazione anche se devo essere più sciolto. Alla fine ho fatto un piccolo errore e ho perso contatto con il duello Gibernau-Tamada. Avrei voluto essere più vicino per partecipare alla battaglia ma sto ancora imparando".

L'americano occupa la seconda posizione in campionato ed ha la possibilità di arrivare quinto perché è staccato da Bayliss di soli 11 punti a tre gare dalla fine.

Certamente a Sepang non saranno solo i tifosi di Nicky Hayden a seguirne attentamente le mosse.

Tags:
MotoGP, 2003, Nicky Hayden

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›