Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Il paddock si prepara per la penultima gara dell'anno

Il paddock si prepara per la penultima gara dell'anno

Il paddock si prepara per la penultima gara dell'anno

Il paddock della MotoGP oggi si è riunito per la penultima gara della stagione a Phillip Island. Protagoniste del giorno ancora una volta sono state le speculazioni su ciò che accadrà il prossimo anno. Il campione del mondo, Valentino Rossi, che lo scorso fine settimana in Malesia ha conquistato il terzo titolo iridato nella classe regina, ha rivelato che le sue opzioni per il futuro sono ancora aperte, lasciando in questo modo in attesa una serie di squadre e piloti che troveranno il loro assestamento solo dopo la sua decisione.

"Non capisco perché gli altri stiano aspettando che io decida – forse perché vogliono la mia moto!" ha detto scherzando Rossi oggi pomeriggio. "Mi dispiace ma davvero non è un problema mio. La situazione è complicata, ci vorrebbero ore per spiegarla, non si tratta di un problema di soldi ma altre questioni sempre legate al contratto. Non penso proprio che si risolveranno entro questo fine settimana." Interrogato sulla possibilità di un suo eventuale passaggio in Ducati Rossi ha aggiunto: "Forse è possibile".

Rivolgendo poi la sua attenzione alla gara di domenica prossima Rossi ha continuato: "Questa pista è una favola, diversa da tutte le altre. Ha delle curve lunghe ed incredibilmente veloci, specialmente la prima e l'ultima. Mi ricordo che quando ho provato qui la V5 per la prima volta, nella discesa alla fine del rettilineo i piedi mi si sono staccati delle pedane, mi sembrava quasi di volare! Abbiamo avuto delle gare fantastiche qui in passato e, sperando che il tempo resti bello, protremo offrire un altro bello spettacolo domenica prossima".

Finora il tempo in effetti è stato un misto di bello e brutto ma i piloti hanno potuto egualmente rilassarsi un poco mentre passavano da un paese all'altro attraverso zone geografiche diversissime per cultura ed abitudini. Rossi per esempio è arrivato in circuito solo oggi dopo due giorni a Sydney mentre gli altri si sono dedicati a varie attività tra cui il surf, la pesca, il sub e, cosa curiosa, alla tosatura delle pecore (Carlos Checa)!

Il pilota della Suzuki, John Hopkins, è tornato da una settimana dedicata alla moto d'acqua ospite nella casa del suo buon amico Garry McCoy a Brisbane, per tornare in pista dopo la sospensione dalla gara di Sepang. Il pilota americano era stato punito per l'incidente avvenuto nella prima curva della gara di Motegi, quando era finito addosso a Checa e a Bayliss, ed oggi ha dichiarato di volersi rifare del tempo perduto. "Questo fine settimana andrò là fuori per dare tutto quello che ho," ha detto Hopkins. "La pista mi piace e vi abbiamo già fatto delle prove ad inizio stagione. Darò il massimo, non mi presenterò di certo con la coda fra le gambe!

Troy Bayliss si è preparato alla gara di casa partecipando all'evento Ducati a Melbourne martedì scorso. L'australiano ed il suo compagno di squadra, Loris Capirossi, sono stati accompagnati da 100 ducatisti lungo le strade della capitale dello stato Vittoria per la gioia del pubblico accorso, del quale ha fatto parte anche il primo cittadino John So. "Ho sempre detto che avrei affrontato questa gara come tutte le altre ma adesso che sono qui devo ammettere che è speciale," ha detto Bayliss che l'anno scorso ha vinto entrambe le manche della superbike. "Ho già fatto bene qui e la Desmosedici nei test era a posto quindi sono ottimista. Ne sapremo di più comunque domani quando cominceranno le prime prove".

Tags:
MotoGP, 2003, SKYY VODKA Australian Grand Prix

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›