Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Bayliss sta bene; Ducati conquista il secondo posto nel Campionato Mondiale Costruttori

Bayliss sta bene; Ducati conquista il secondo posto nel Campionato Mondiale Costruttori

Bayliss sta bene; Ducati conquista il secondo posto nel Campionato Mondiale Costruttori

Dopo la spettacolare caduta di ieri durante il GP d´Australia a Phillip Island, che gli ha procurato una commozione cerebrale, Troy sta bene ed è sulla via del ritorno verso casa. Il pilota, che per precauzione era stato accompagnato all´ospedale di Melbourne per un esame di controllo (TAC) , era già rientrato al circuito domenica sera dopo aver ricevuto il via libera dai medici.

Troy arriverà a casa a Montecarlo nella mattinata di martedì, dove trascorrerà un paio di settimane con la sua famiglia e si rimetterà in forma per correre l'ultima gara del Campionato Mondiale Moto GP 2003, a Valencia.

Con un ottimo secondo posto, il pilota del Ducati Marlboro Team Loris Capirossi assicura alla squadra italiana la seconda posizione nel Campionato Mondiale Costruttori 2003 nella classe Moto GP dopo trenta anni di assenza da questa categoria. `E' stato un fine settimana pieno di emozioni, ma la cosa più importante è che Troy stia bene´, ha dichiarato il direttore del Ducati Marlboro Team Livio Suppo. `Loris ha fatto una grande gara che ci ha permesso di conquistare il secondo posto nella classifica del Mondiale Costruttori. Penso sia un grandissimo risultato nella stagione del nostro debutto. Vorrei ringraziare tutti quelli coinvolti nel nostro progetto per l'incredibile lavoro svolto negli ultimi due anni : Loris, Troy, la squadra, la nostra azienda e tutti i nostri sponsor e partner tecnici come Shell Advance e Michelin. Andiamo a Valencia sperando di chiudere questa fantastica stagione con una altra grande prestazione´.

Questo è il miglior risultato di Loris dalla vittoria di giugno nel Gran Premio di Catalogna. `Non ho capito che Rossi fosse stato penalizzato´. – ha detto Capirossi, partito dalla seconda posizione – `E' la prima volta che mi trovo in questa situazione, non riuscivo a capire cosa mi comunicavano dal muretto. Le segnalazioni erano corrette, ma non ho capito quello che stava succedendo perché una cosa del genere non era mai capitata. Dobbiamo capire bene come gestire le bandiere gialle. Quando sei a trecento all'ora con altri piloti è davvero difficile riuscire a vederle e anche se le vedi è difficile frenare così all´improvviso proprio nel momento in cui la bandiera viene esposta. Appena finito la gara mi sono voluto subito sincerare delle condizioni di Troy: sono veramente molto felice che il mio compagno stia bene´.

Tags:
MotoGP, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›