Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Biaggi per la quinta volta tra i primi tre del mondiale, nonostante la caduta

Biaggi per la quinta volta tra i primi tre del mondiale, nonostante la caduta

Biaggi per la quinta volta tra i primi tre del mondiale, nonostante la caduta

Ci sono pochi piloti più consistenti di Biaggi nelle zone alte della classifica del monodiale. L'italiano, quattro volte campione del mondo della 250cc, lo scorso settimana in Australia ha avuto una gara da incubo che ha chiuso al diciassettesimo posto. Ma, nonostante questo, la penultime gara della stagione ha sancito matematicamente la sua quinta stagione nei primi tre del mondiale della classe regina.

Il pilota della Honda è arrivato secondo in tre occasioni ( nel 1998 con la Honda, nel 2001 e nel 2002 con la Yamaha) e terzo, oltre a quest'anno, nel 2000.
Nella classe regina Biaggi ha vinto 12 gare, cogliendo almeno un successo in ogni stagione da quando è passato di categoria nel 1998; quest'anno ha al suo attivo due primi posti ed altri sette podi. A parte il "non classificato" del Sachsenring, quello di domenica scorsa è stato il suo peggior risultato stagionale:

"E' una delusione troppo grande quando capitano queste cose, ma arrabbiarsi è inutile perché non è colpa di nessuno," ha detto il pilota trentaduenne. "Ero scattato bene dalla seconda fila, tanto che sono entrato nella prima curva davanti a tutti. Poi anche per le gomme fredde sono andato un po' lungo, perdendo qualche posizione. Però il mio ritmo era buono e mi stavo preparando a lottare con il gruppo di testa".

"Poi Bayliss è caduto. Ho visto improvvisamente una nuvola di sabbia e sassi ma non c'è stato nemmeno il tempo di un secondo pensiero che le mie ruote ci sono finite in mezzo. Si sono bloccate all'improvviso ed ho dovuto lasciare i freni e andare lungo, finendo per cadere nell'erba resa viscida dalla pioggia. Ho riafferrato subito la moto e sono risalito in sella ma, girandomi per cercare qualcuno che mi spingesse, ho visto che stavano tutti correndo verso Bayliss, com'era giusto, che era a terra immobile. Mi sono ritrovato solo, sono risceso ed ho messo in moto a spinta. La carena era bucata, il manubrio storto ma ho guidato fino alla fine, anche se non sono riuscito ad andare a punti. Peccato, sono sicuro che sarei potuto salire sul podio".

Tags:
MotoGP, 2003, Max Biaggi

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›