Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Sabbatani è pronto per il passaggio in 250cc con Yamaha

Sabbatani è pronto per il passaggio in 250cc con Yamaha

Sabbatani è pronto per il passaggio in 250cc con Yamaha

Max Sabbatani è sul punto di portare a compimento il progetto di correre in 250cc con Yamaha. Il pilota di Forlì ha trovato un accordo con una squadra italiana, capeggiata da Loris Castellucci e conta sull'appoggio della Casa per sviluppare la TZ 250 e rinforzare la sua presenza nella categoria. Il progetto potrà contare sulla guida tecnica di Franco Moro, che l'anno scorso ha seguito Alex De Angelis portandolo al secondo posto nel mondiale della 125cc, e sulla collaborazione di un secondo pilota nelle vesti del giapponese Taro Sekiguchi.

"Sono elettrizzato dalla prospettiva di correre in 250cc," ha spiegato il minuto pilota a motograndprix.com. "Lunedì scorso ho potuto provare la Yamaha, anche se solo per dieci giri a Magione. L'ho trovata molto maneggevole, molto più della moto che ho guidato quest'anno, e mi ci sono sentito a mio agio. Penso si tratti di uno dei progetti migliori e più ambiziosi della mia carriera viste le persone che sono coinvolte".

Sabbatani, famoso per la sua corporatura minuta e leggera, ha ammesso di essere stufo della 125cc dove quest'anno è finito al 30° posto assoluto. "Sono stanco di dover sempre combattere con una moto appesantita per raggiungere il peso minimo e di non poter far molto per migliorare i miei risultati… Invece nella 250cc il mio peso ridotto sarà un vantaggio visto che mi porterò dietro 20 chili in meno dei miei avversari, e questo potrà compensare in parte il fatto che la moto attualmente non sia performante come altre nella stessa categoria. E in ogni caso non dimenticate che Matsudo quest'anno è arrivato nono assoluto con la Yamaha".

Al ventottenne romagnolo non resta che attendere che gli ultimi dettagli vengano definiti perché la squadra possa essere iscritta al mondiale. "Il progetto è nella fase finale, la struttura della squadra è a posto, così come il budget, gli sponsor, la moto ed i piloti; ci mancano solo i documenti finali dell'IRTA prima di diventare ufficialmente una squadra del motomondiale. Sarebbe assolutamente ingiusto se non riuscissimo a superare quest'ultimo ostacolo; ci sono un sacco di Aprilia, diverse Honda e solo due Yamaha finora in 250cc. Penso che il nostro arrivo arricchirebbe la classe e che potremmo essere una presenza importante nello schieramento".

Tags:
250cc, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›