Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Biaggi è stato il più veloce del secondo giorno dei test di Valencia

Biaggi è stato il più veloce del secondo giorno dei test di Valencia

Biaggi è stato il più veloce del secondo giorno dei test di Valencia

Il secondo giorno dei test della MotoGP a Valencia, in Spagna, è iniziato in condizioni decisamente migliori del primo ed un bel sole ha permesso ai piloti di girare senza interruzione fino al tramonto, alle 17. Max Biaggi è stato il più veloce fermando il cronometro in 1'32.88 dopo 88 giri di pista. Biaggi ha dedicato la giornata al lavoro sul cambio, alle prove della nuova forcella e alla messa a punto del motore di cui si è detto soddisfatto.

"Abbiamo provato il motore usato dalla squadra ufficiale durante la scorsa stagione," ha detto Biaggi. "Devo dire che la moto adesso va davvero bene, mi sento a mio agio e mi diverto a guidarla. Domani chiuderemo i test provando le nuove gomme da sedici pollici e mezzo portate qui dalla Michelin. Conoscendo bene la loro professionalità sono sicuro che saranno le gomme del futuro".

Le nuove gomme anteriori Michelin sono state oggetto di lunghe prove dei team della MotoGP, soprattutto da parte di Colin Edwards che ne è stato un fiero sostenitore fin dai tempi della SBK.

"Ho cominciato a provare queste gomme nel 2000 e a mio parere offrono senza dubbio un feeling migliore," ha detto l'americano, che oggi ha fatto il sesto tempo. "La superficie di contatto è molto migliore e ti permettere di capire meglio le reazioni della moto. Sono sicuro che anche tutti gli altri il prossimo anno le useranno".

Parlando del suo adattamento alla RC211V, che aveva guidato per la prima volta solo un mese fa a Barcellona, Edwards ha aggiunto: "Dopo un po' di tempo che la guidi cominci a capire in quali aree può essere migliorata. Per esempio, qui in rettilineo siamo stati superati dalle Ducati. Rimango della mia opinione che si tratti di una gran moto ma come qualsiasi cosa, è migliorabile".

Loris Capirossi, che ha percorso 50 giri in totale con un migliore di 1'33.52, sembra d'accordo con lui. "Mi piace come si comporta la moto con le anteriori da 16,5" specialmente in frenata e nel momento di massima piega in centro curva," ha commentato l'italiano, che ha guidato la Desmosedici in versione 2003 con alcuni particolari aggiornati, mentre il collaudatore Guareschi provava la versione 2004. "Sono davvero soddisfatto di come stanno andando le cose, questi tre giorni sono pienissimi ma molto importanti per lo sviluppo della moto," ha concluso Capirossi.

Makoto Tamada è stato il secondo più veloce con la sua Honda gommata Bridgestone mentre Nobuatsu Aoki e Kurtis Roberts provvisoriamente hanno guidato la loro Proton KR V5 con le Dunlop.

Tempi non ufficiali
1.- Max Biaggi – 1'32.88 (88 giri)
2.- Makoto Tamada – 1'33.40 (50 giri)
3.- Sete Gibernau – 1'33.50 (82 giri)
4.- Loris Capirossi – 1'33.52 (50 giri)
5.- Troy Bayliss – 1'33.58 (62 giri)
6.- Colin Edwards – 1'34.00 (71 giri)
7.- Shinichi Itoh – 1'35.10 (78 giri)
8.- Rubén Xaus – 1'35.53 (63 giri)
9.- Neil Hodgson – 1'35.86 (78 giri)
10.- Shane Byrne – 1'35.97 (64 giri)
11.- Nobuatsu Aoki – 1'36.50 (49 giri)
12.- Marcelino Lucchi – 1'36.40 (61 giri)
13.- Kurtis Roberts – 1'36.75 (29 giri).

Tags:
MotoGP, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›