Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Cambiamenti nel regolamento del 2004 (testo completo)

Cambiamenti nel regolamento del 2004 (testo completo)

Cambiamenti nel regolamento del 2004 (testo completo)

Oggi la Commissione dedicata ai Gran Premi ha annunciato diverse modifiche al regolamento del Campionato del Mondo di Motociclismo, di cui la più clamorosa riguarda lo schieramento di partenza della MotoGP che prevedrà tre piloti per fila, ognuna delle quali sarà separata da una distanza di nove metri. Un altro cambiamento importante sarà quello che riguarda il "passaggio del pilota nella pit lane" dove un pilota che subisce una penalità durante la gara dovrà attraversare, lentamente, la "pit lane" senza fare lo "stop and go". Altre modifiche includono l'aumento da tre a cinque giri la distanza minima per una seconda partenza.

Ecco il comunicato ufficiale della FIM:

< 1 REGOLAMENTO SPORTIVO

1.15.1 Divieto di provare

v) I test sono vietati dal 15 dicembre (compreso) al 15 gennaio (compreso) dell'anno successivo. Il divieto vale per tutte le squadre di tutte le classi che hanno partecipato alla stagione agonistica precedente e a tutte le squadre che sono state accettate o hanno già un contratto di partecipazione per la stagione successiva. Il divieto si applica a tutte le prove di moto di tutte le classi del Campionato del Mondo FIM di Motociclismo, a tutti i piloti che vi partecipano e ai collaudatori.

1.15.2 Le sessioni di prove
iii) La fine del turno di prove verrà stabilita dallo sventolio di una bandiera a scacchi, momento in cui verrà chiusa anche l'uscita dalla pit lane. Il tempo di un pilota continuerà ad essere registrato fino a quando l'orario a disposizione è esaurito, momento in cui verrà accesa una luce rossa sulla linea di partenza. Dopo la bandiera a scacchi i piloti potranno completare un altro giro prima di rientrare ai box.

1.16 Lo schieramento di partenza
1.16.2 Per quanto riguarda la MotoGP, lo schieramento di partenza avrà una configurazione a 3-3-3-3 in linea "sbieca". Per quando riguarda la 125cc e la 250cc lo schieramento prevedrà una configurazione a 4-4-4-4 in linea "sbieca". Le file saranno sfalsate. La distanza tra ogni fila sarà di nove metri. 1.18 La procedura di partenza
18)... Tutti coloro che a causa del loro comportamento sullo schieramento di partenza si renderanno responsabili di una "partenza ritardata" potranno subire una delle seguenti penalizzazioni: multa – passaggio sulla pit lane – squalifica – perdita di punti in classifica.

1.19 La procedura di passaggio sulla pit lane
Durante la gara al pilota verrà richiesto di attraversare la pit lane. Poi potrà riprendere la gara. Nel passaggio dovrà rispettare un limite di velocità (85 km/h + 10% - Art. 1.21.14). Nel caso venisse superato questo limite, la procedura verrà ripetuta; in caso di seconda infrazione del limite il pilota riceverà bandiera nera.

Il regolamento di cui sopra verrà applicato anche in caso di nuova partenza. Se la gara dovesse essere interrotta prima che la penalità sia stata applicata, e se fosse prevista una seconda partenza, il pilota dovrà effettuare il passaggio attraverso la pit lane dopo la partenza della seconda parte della gara.

Nel caso un pilota fosse già stato penalizzato per partenza anticipata e, dopo un'interruzione che inducesse una nuova partenza, dovesse incorrere in una seconda partenza anticipata, riceverebbe bandiera nera.

Dopo la notifica alla squadra, un cartello giallo (100cm di base X 80cm di altezza) riportante il numero del pilota (in nero, alto 50 centimetri e con un tratto, in proporzione, di 10 cm.) verrà esposto sulla linea del traguardo. Lo stesso messaggio verrà diffuso sui monitor dei tempi.

Se il pilota non dovesse effettuare il passaggio nella pit lane entro tre giri dall'esposizione del cartello, subirà l'esposizione della bandiera nera.

Se sono più piloti a dover essere penalizzati, verrà loro indicato di passare attraverso la pit lane in ordine sequenziale basato sui tempi di qualifica a partire da chi aveva il tempo più veloce.

In caso che un pilota non ottemperi al passaggio nella pit lane, e ce ne sono altri che devono subire la penalità, a nessuno di loro verrà segnalato di dover effettuare il passaggio fino a che il primo non lo abbia fatto o gli sia stata esposta la bandiera nera.

Nel caso che l'organizzazione non sia in grado di far scontare la penalità prima della fine della gara, il pilota in questione subirà una penalizzazione di 20 secondi.

1.21 Comportamento in prova e in gara
1) I piloti sono tenuti ad obbedire alle segnalazioni delle bandiere, le segnalazioni luminose e i cartelli che riportano le istruzioni. Ogni infrazione a questa regola verrà punita secondo le modalità previste dall'Art. 1.22.

2) I piloti devono guidare in maniera responsabile, in modo da non causare pericolo agli altri concorrenti o partecipanti, sia in pista sia nella pit lane. Ogni violazione di questa regola verrà penalizzata in uno dei seguenti modi: multa – passaggio nella pit lane – squalifica – perdita di punti in classifica – sospensione.

3) I piloti dovrebbero usare solo la pista e la pit lane. Tuttavia, se un pilota esce di pista accidentalmente, può rientrare in un punto che gli viene indicato dai commissari di percorso o in uno che non costituisca un vantaggio per lui. Ogni infrazione di questa regola durante le prove o il warm-up si risolverà nella cancellazione del giro in questione, e, durante la gara, in un passaggio attraverso la pit lane. Possono essere imposte ulteriori penalità (come una multa – la squalifica – la perdita di punti in classifica).

1.22.1 Bandiere e luci usate per segnalazioni:
• Bandiera Blu
Esposta sventolando presso la postazione di un commissario, questa bandiera segnala al pilota che sta per essere superato. Durante i turni di prove il pilota interessato dovrà mantenere la sua linea e rallentare gradualmente per permettere al pilota più veloce di superarlo. Durante la gara il pilota interessato sta per essere doppiato. Egli dovrà permettere al pilota, o ai piloti, che seguono di passare alla prima occasione.

Ogni violazione di questa regola verrà penalizzata in uno dei seguenti modi: multa- squalifica – perdita di punti in classifica.

In ogni situazione questa bandiera esposta sventolando segnalerà ad un pilota che si appresta a lasciare la pit lane che si sta avvicinando del traffico.

1.22.2 Bandiere che segnalano e indicano un'istruzione da seguire:
• Bandiera Gialla
Esposta sventolando presso la postazione di un commissario, questa bandiera indica che più avanti esiste una situazione di pericolo. I piloti devono rallentare ed essere pronti a fermarsi. Superare è proibito fino al punto in cui viene esposta bandiera verde.

- Ogni infrazione di questa regola durante un turno di prove risulterà nella cancellazione del tempo del giro durante il quale è stata commessa la violazione.

- Ogni infrazione di questa regola durante la gara sarà punita con un passaggio sulla pit lane.

- In entrambi i casi possono essere imposte ulteriori penalità (come una multa – la sospensione)

- Se, immediatamente dopo aver superato, il pilota si rende conto di aver commesso un'infrazione, deve alzare la mano e lasciar passare il pilota (piloti) che aveva precedentemente superato. In questo caso non verrà imposta alcuna penalità.

• Bandiera Rossa e Semaforo Rosso
Quando la gara o una prova vengono interrotte, ad ogni postazione dei commissari viene sventolata una bandiera rossa e i semafori rossi lungo la pista vengono accesi. I piloti devo rientrare lentamente ai box.

Quando l'uscita della pit lane è chiusa, questa bandiera viene esposta immobile all'uscita della pit lane e il semaforo rosso è acceso. I piloti non possono uscire dalla pit lane.

Ogni infrazione di questa regola sarà punita con una delle seguenti modalità: multa – squalifica – perdita di punti in classifica – sospensione.

Alla fine di ciascuna sessione di prove e del warm –up si accenderà il semaforo rosso sulla linea di partenza. La bandiera rossa verrà esposta immobile sullo schieramento di partenza al termine del giro (giri) di ricognizione e alla fine del giro di riscaldamento.

La bandiera rossa può essere usata anche per chiudere la pista. Il semaforo rosso verrà acceso sulla linea di partenza tra i 2 e i 5 secondi prima dell'inizio di ogni gara.

• Bandiera Nera
Questa bandiera è usata per impartire istruzioni ad un unico pilota e sarà esposta immobile presso tutte le postazioni dei commissari insieme al numero del pilota interessato. Questi deve fermarsi ai box al termine del giro in corso e non può ripartire.

Questa bandiera verrà esposta solo dopo che ne sia stata data notifica alla squadra. Ogni violazione di questa regola verrà punita con una delle seguenti penalizzazioni: multa – squalifica – perdita di punti – sospensione.

• Bandiera Nera con disco arancio (Æ 40 cm)
Questa bandiera è usata per impartire istruzioni ad un unico pilota e sarà esposta immobile presso tutte le postazioni dei commissari insieme al numero del pilota interessato. Essa informa il pilota che la sua moto evidenzia problemi meccanici che possono arrecare pericolo a lui stesso e ad altri e che deve lasciare immediatamente la pista.

Ogni violazione di questa regola verrà punita con una delle seguenti penalizzazioni: multa – squalifica – perdita di punti – sospensione

1.25 Interruzione della gara
1.25.4 Se viene calcolato che i due terzi della distanza di gara originaria, considerando per questo valida la somma, arrotondata al basso, dei giri completati dal leader della gara e da tutti gli altri piloti nello dello stesso giro del primo, per quanto riguarda la 125cc e la 250cc, la gara verrà considerata conclusa e verrà assegnato il punteggio pieno. Per quanto riguarda la MotoGP, la gara verrà ripresa fino ad un minimo di 5 giri rimasti, in accordo con l'Art. 1.26.

Se viene considerato impossibile riprendere la gara, il risultato verrà ritenuto valido e verrà assegnato il punteggio pieno.

1.26.4 Le condizioni necessarie per riprendere la gara sono le seguenti:
ii - c. Il numero dei giri della seconda gara sarà quello necessario a coprire la distanza originale di gara a partire da un minimo di 5 giri.

1.28 Punteggio iridato e Classifica
1.28.7 In caso di parità di punti l'ordine di classifica verrà assegnato in base ai migliori risultati ottenuti (numero di primi posti, secondi posti etc.) Nel caso che ci sia un ulteriore situazione di parità verrà considerata la data in cui è stato ottenuto il miglior risultato, dando la precedenza al più recente.

2. REGOLAMENTO TECNICO

2.2 Classi
2.2.1 Sono accettate le seguenti classi, che verranno definite dalla cilindrata:
125 Da 80cc a 125cc – massimo un cilindro
250 Oltre 175cc fino a 250cc – massimo due cilindri
MotoGP Oltre 350cc fino a 500cc (2 tempi) – massimo quattro cilindri
Oltre 350cc fino a 990cc (4 tempi) – numero di cilindri illimitato
Le quattro tempi che partecipano alla MotoGP devono essere prototipi. Quelli che non sono iscritti da un membro della MSMA, per partecipare devono avere l'approvazione della Commissione dei Gran Premi.

2.6 Serbatoi
2.6.4 Eccettuato il caso in cui il serbatoio sia avvitato al telaio, tutte i collegamenti dal serbatoio al sistema motore/carburatori o iniezione devono avere una valvola autosigillante. Tale valvola deve scattare allorché si eserciti una forza inferiore al 50% di quella necessaria a rompere qualsiasi parte delle connessioni, in entrata e in uscita del serbatoio.

2.6.5 La capacità del serbatoio per le moto prototipo sono:
- motori 2 tempi: massimo 32 litri
- motori 4 tempi: massimo 24 litri
Dal 2005 la capacità del serbatoio per i motori 4 tempi sarà ridotta a 22 litri.

3. CODICE DISCIPLINARE E DI ARBITRATO

3.2 Penalità
Le penalità sono: avvertimento, multe, passaggi nella pit lane, squalifica, perdita di punti iridati, sospensione, esclusione.

3.3.1.3 Penalità che possono essere comminate dalla Direzione di Gara
La Direzione di gara può infliggere le seguenti penalità: avvertimento, multe, passaggi nella pit lane, secondi di penalità, squalifica, perdita di punti iridati, sospensione.

Inoltre la Direzione di gara può deferire il caso alla Corte Disciplinare Internazionale (CDI) con lo scopo di imporre una penalizzazione più grave di quello che essa ha il potere di comminare.

3.4.2 Diritto di appello
Non si può ricorrere in appello contro la decisone della Direzione di Gara di infliggere la penalità del passaggio nella pit lane.

3.5.5 Notifica delle decisioni.
Le decisioni della Direzione di Gara o dei commissari FIM, devono essere notificate direttamente presso la sede dell'evento, o, nell'impossibilità di ciò, inviate tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.

Tutte le sentenze della Corte Disciplinare Internazionale (CDI) devono essere notificate per iscritto tramite raccomandata con ricevuta di ritorno a tutte le parti interessate.

3.5.6 Pubblicazione delle sentenze
L'organismo disciplinare o di arbitrato che imponga una penalizzazione o giudichi una protesta o un appello, deve rendere pubblico il verdetto e i nomi di tutte le parti coinvolte. Le persone o gli organi citati in queste dichiarazioni non hanno diritto ad agire contro la FIM né contro altre persone che hanno reso pubbliche le sentenze.

Inoltre, la decisone finale verrà resa pubblica in Sala Stampa e nel magazine della FIM, a meno che la Corte stessa non decida altrimenti.

3.6.1 Pagamento delle multe e dei costi
Se la penalizzazione è definitiva, tutte le multe devono essere pagate presso il "Benevolent Fund" prima dell'inizio delle prime prove libere del secondo Gran Premio che segue la decisione finale. I costi devono essere pagati alla segreteria esecutiva della FIM entro 30 giorni dalla notifica della sentenza finale in accordo con l'Art 3.5.5.

La persona o l'organismo oggetto della decisione sarà automaticamente sospeso da tutte le attività della FIM fino a quando il pagamento completo non sia stato ricevuto.

5. CODICE MEDICO

5.1 Introduzione
Il nuovo codice anti-doping della FIM (incluso in questo regolamento) sarà attivato il 1 luglio 2004.

Tags:
MotoGP, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›