Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

I commenti dei piloti Honda e Kawasaki dopo il primo giorno a Sepang

I commenti dei piloti Honda e Kawasaki dopo il primo giorno a Sepang

I commenti dei piloti Honda e Kawasaki dopo il primo giorno a Sepang

Max Biaggi (Honda): "Mi piace il caldo umido che troviamo sempre qui in Malesia: non avendo cose particolari da provare è un ottimo allenamento. Qui, in attesa di quella nuova prevista per febbraio, stiamo lavorando su una sola moto, concentrandoci soprattutto su sospensioni e gomme".

Sete Gibernau (Honda): "Oggi abbiamo provato soprattutto le gomme, utilizzando, per quanto riguarda le anteriori, quelle da 17". Nei due giorni che restano probabilmente ci occuperemo delle sospensioni e della ciclistica in genere, ma per oggi sono contento del lavoro fatto".

Makoto Tamada (Honda): "Oggi non abbiamo lavorato molto sullo sviluppo delle gomme, come mi sarei aspettato, ma soprattutto sulla messa a punto della moto nel suo insieme, che ha dato buoni risultati. Però da adesso in poi, ci concentreremo sugli pneumatici".

Colin Edwards (Honda): "Stiamo lavorando sulla messa a punto, che però ad essere onesti non richiede grosse modifiche rispetto a Valencia, e sulle gomme Michelin. Per quanto riguarda l'adattamento alla moto, la Honda ha un certo carattere, che sia Superbike o MotoGP, quindi non mi sta creando difficoltà. Penso di essere a buon punto, devo solo trovare il ritmo."

Nicky Hayden (Honda): "Che bello tornare in azione, ritrovare la mia moto dopo tanto tempo. Oggi la mia mano ha tenuto bene anche se effettivamente la sentivo un po' debole. C'era da aspettarselo e come primo giorno è stato buono".

Tohru Ukawa (Honda): "La moto si comporta bene ed io fisicamente sono a posto. Penso di aver bisogno di un attimo di tempo per abituarmi a fare il collaudatore. Comunque ci sono ancora un paio di giorni e spero di realizzare dei tempi validi".

Shinya Nakano (Kawasaki): "La mia prima impressione della Kawasaki è che sia una moto molto compatta e potente. Adesso dobbiamo cercare di trovare un buon bilanciamento per il telaio e di rendere la moto più stabile in frenata".

Alex Hofmann (Kawasaki): "Oggi ho cominciato a lavorare con la moto vecchia perché volevamo controllare un paio di cose prima di passare a quella nuova e nonostante ciò ho già girato più veloce del mio precedente miglior tempo su questa pista. La consistenza delle Bridgestone è impressionante".

Tags:
MotoGP, 2003, Kawasaki Racing Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›