Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Hiroshi Aoyama è contento della sua nuova squadra

Hiroshi Aoyama è contento della sua nuova squadra

Hiroshi Aoyama è contento della sua nuova squadra

Dopo aver percorso i primi chilometri della sua carriera su una pista europea durante i test di Jerez della scorsa settimana, Hiroshi Aoyama ha firmato ufficialmente un contratto con il Telefónica Movistar Junior Team ed è rientrato in Giappone. Ma prima di chiudere una settimana "spagnola" fitta di impegni, la visita medica a Barcellona, due giorni di prove a Jerez e alla fine la firma dell'accordo che fa di lui il nuovo compagno di squadra di Dani Pedrosa, il ventiduenne giapponese ha rilasciato un'intervista a motogp.com.

"Incontrare Alberto Puig, il mio nuovo team manager, e firmare il contratto, è stato un momento molto speciale per me," ha detto. "Uno dei miei sogni, quello di correre nel motomondiale, è diventato realtà. Sono emozionato e felice".

Parlando della sua prima prova fuori dal Giappone, Aoyama ha commentato: "Jerez è una pista più veloce di quelle a cui sono abituato nel mio paese, con tanti curvoni per me inusuali, per cui all'inizio mi sono trovato un po' in difficoltà. Ho bisogno di fare chilometri per adattarmi se voglio essere competitivo ma nella mia prima prova ho cercato di prestare attenzione e di non cadere. Alberto Puig ha tantissima esperienza anche come pilota e mi ha aiutato regalandomi suggerimenti preziosi su come affrontare la pista".

Aoyama ha detto anche di essere rimasto stupito dalla dimensione della sua nuova squadra, che è supportata da uno dei maggiori sponsor del campionato. "Non riuscivo a credere a quante persone lavoravano nella squadra. In Giappone potevo contare su un solo meccanico e adesso ne ho sei. Non sono abituato a lavorare con tanta gente intorno quindi devo adattarmi anche a questo e soprattutto, devo imparare l'inglese. Comunque Puig è sempre presente e questo mi fa sentire meno la tensione e mi da fiducia".

Il pilota giapponese avrà due settimane libere prima di tornare in Spagna per un secondo test in Catalogna, il prossimo undici febbraio. Nel prossimo futuro, ha detto, il suo calendario sarà piuttosto affollato di impegni. "Prima di tutto devo migliorare i miei mezzi di comunicazione e il mio allenamento. Una cosa che trova d'accordo anche Alberto però è che devo affrontare le cose una ad una, via via che la stagione si avvicina".

Tags:
250cc, 2003, Hiroshi Aoyama

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›