Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Da Sepang altri commenti: Ducati e Kawasaki

Da Sepang altri commenti: Ducati e Kawasaki

Da Sepang altri commenti: Ducati e Kawasaki

Loris Capirossi (Ducati): "Il feeling con l'anteriore da 16,5' è decisamente migliorato. Complessivamente sono soddisfatto di questi tre giorni di test. La moto va bene, abbiamo fatto parecchi progressi rispetto all'anno scorso, in particolare per quanto riguarda la trazione e l'erogazione della potenza. Adesso la moto è più guidabile e maneggevole. Il lavoro fatto dagli ingegneri in inverno è veramente notevole. Questa moto ha un grosso potenziale!"

Troy Bayliss (Ducati): "Sono andato meglio di ieri, anche se mi aspettavo qualcosa in più. Considerato che sono i nostri primi test sono soddisfatto di come abbiamo lavorato. La moto è nuova e stiamo imparando a conoscerla. Rispetto alla versione precedente ogni miglioramento si percepisce immediatamente, e questo significa che siamo partiti con il piede giusto. Adesso ci spostiamo a Phillip Island ed io, ovviamente, sono particolarmente contento di provare su una pista che conosco bene, fatto che ci permetterà di ottenere ulteriori indicazioni per lo sviluppo della Desmosedici".

Neil Hodgson (Ducati): "Ovviamente sono un po' seccato da tutte le difficoltà che abbiamo incontrato ma devo cercare di rimanere positivo perché stiamo cominciando a fare dei tempi apprezzabili: oggi ho girato a due decimi dal tempo più veloce di Loris Capirossi in gara. Adesso andiamo a Phillip Island e ne sono contento perché conosco bene la pista. Questo dovrebbe aiutarmi".

Rubén Xaus (Ducati): "Il fatto che non sono stato capace di girare con costanza su un buon passo probabilmente mi ha sconcentrato. Sono certo che sarei potuto andare più veloce ma non devo perdermi d'animo perché adesso andiamo in una delle mie piste preferite. Conosco bene Phillip Island perché lì si corre con la Superbike. Spero che le cose vadano meglio".

Luis d´Antin: "Se dovevano saltare fuori problemi questo era il momento più logico, ma è anche vero che ne abbiamo avuti dall'inizio alla fine di questi tre giorni. Tuttavia sia Neil sia Rubens hanno dimostrato la loro forza dandoci motivo di credere che da loro potremo aspettarci grandi cose quest'anno. Adesso dobbiamo analizzare le informazioni che ci hanno dato e continuare a lavorare duramente nei prossimi test in Australia. Speriamo che si possa migliorare. Non avere a disposizione una seconda moto, e sarà così fino alla fine del prossimo mese, è stato un handicap ulteriore che si riproporrà anche a Phillip Island".

Alex Hofmann (Kawasaki): "Oggi è stata una giornata stancante ma sono molto felice di come sono andate le cose. Anche se il mio tempo è stato un po' più lento di ieri abbiamo capito come fare un altro passo in avanti con la moto. Inoltre il mio passo durante le prove di durata è stato buono. Ho mantenuto un ritmo consistente con una gomma dura, che tra l'altro aveva già fatto una quindicina di giri quando abbiamo cominciato. Ci ho messo un po' ad ingranare perché mi fermavo spesso per cambiare delle cose, ma è naturale nei test. Ho provato anche qualche gomma morbida con diversi profili per testare la resistenza delle Bridgestone e sono molto soddisfatto della gomma anteriore. Adesso mi farò qualche giorno di vacanza in Australia prima dei prossimi test a Phillip Island".

Shinya Nakano (Kawasaki): "Mi è dispiaciuto non poco dover interrompere i test in anticipo perché volevo migliorare il tempo con il motore nuovo e le gomme fresche. Invece con il motore nuovo ho potuto fare solo qualche giro che tuttavia mi è bastato per capire i progressi che abbiamo fatto. Per esempio rende la moto più stabile in frenata e in entrata di curva, oltre a rendere più facili i cambi di direzione. Non sembra più continuare a spingere nonostante si stia agendo sui freni. Un altro passo in avanti è stata una modifica introdotta all'avantreno. Comunque, anche se abbiamo dovuto anticipare la fine dei test sappiamo cosa dobbiamo fare quando arriviamo a Phillip Island".

Harald Eckl (Kawasaki Team Manager) "Non sono scontento, nonostante i problemi che abbiamo avuto oggi. Quello, al motore, che ha fermato Shinya può essere risolto e l'esperienza ci servirà per il resto dell'anno. Chiudiamo questi test malesi con le idee ben chiare sulle caratteristiche che i piloti si aspettano dal motore e avremo un ulteriore aggiornamento per Phillip Island. Le gomme sono un punto critico nella MotoGP adesso e, anche se a Sepang avevamo una quantità limitata di certi pneumatici, i risultati sono stati buoni. Sia noi, sia i tecnici della Bridgestone, andiamo in Australia con uno spirito molto positivo".

Tags:
MotoGP, 2003, Kawasaki Racing Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›