Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Reazioni da Phillip Island: Ducati e Yamaha

Reazioni da Phillip Island: Ducati e Yamaha

Reazioni da Phillip Island: Ducati e Yamaha

Loris Capirossi (Ducati): "Oggi abbiamo incominciato i test con la stessa configurazione usata a Sepang, che però non si è rivelata adatta a questo tracciato. Non ho confidenza nelle curve veloci e devo ancora trovare un buon feeling con l'anteriore. Questa sera cambieremo qualcosa sull'assetto per essere pronti domani con una configurazione che possa adattarsi meglio a questo tipo di pista. La moto è nuova e dobbiamo imparare a conoscerla in condizioni diverse, fa parte del naturale processo di sviluppo".

Troy Bayliss (Ducati): "Ho cercato di prendere confidenza con la nuova moto su una pista che conosco bene. Dobbiamo modificare alcune cose nell'assetto che per il momento non si adatta alle curve veloci di questa pista. Con le dovute modifiche sono sicuro che domani faremo dei progressi".

Ruben Xaus (Ducati): "Non c'è dubbio che sia ben più felice di quanto non fossi solo pochi giorni fa. Le cose qui vanno meglio e cominciamo ad essere dove dovremmo. Oggi ho potuto lavorare come mi piace e adesso spero solo in un aiuto in più da parte della Michelin perché ciò ci permetterebbe di girare più a lungo sul tempi veloci".

Neil Hodgson (Ducati): "Adesso mi sento più a mio agio in sella. La Desmosedici qui mi da delle buone sensazioni e in pista posso metterla dove voglio. Oggi mi sono divertito ed ho girato sui tempi di Capirossi in gara. Sono sicuro inoltre che possiamo progredire. A dir la verità non mi spiacerebbe se la prima gara fosse la settimana prossima. Vorrei un po' d'azione!"

Valentino Rossi (Yamaha): "Questo è uno dei miei circuiti preferiti; qui ho alcuni dei ricordi migliori delle mie vittorie. Questo test è particolarmente importante perché dobbiamo scoprire come risponde la moto da una pista all'altra; al momento abbiamo solo i riferimenti di Sepang. Da questo punto di vista sono abbastanza soddisfatto, anche se ho avuto qualche piccolo problema al cambio, un inconveniente che abbiamo già risolto. La Yamaha è motivata e tutti mi stanno aiutando a provare le cose che voglio provare. La risposta della M1, qui, è buona in generale e, poiché questa è una pista difficile, sono contento. Questa settimana dobbiamo fare più chilometri possibili per accumulare informazioni".

Carlos Checa (Yamaha) : "Il mio problema è ancora l'ingresso in curva. In certi punti della pista non ho stabilità, il che è frustrante. Ho provato diverse strade, ma tutte sembrano portarmi contro un muro. Abbiamo iniziato con il set-up della gara del 2003 e da lì abbiamo ammorbidito un po' le sospensioni, sia avanti sia dietro, cosa che ha migliorato un po' la tenuta. Speriamo che domani vada meglio".

Marco Melandri (Yamaha) : "Questa volta è andata molto meglio che a Sepang. Stiamo lavorando bene e sono contento perché riesco a fare più giri di fila. La mia forma fisica è migliorata parecchio e alla fine della giornata sono riuscito a fare due volte dieci giri di fila, con un breve riposo nel mezzo. La gara qui dura 27 giri, dunque è un inizio promettente. Ho ancora un po' di dolore alla spalla ma in generale inizio a sentirmi bene sulla moto. Ho fatto molti giri con gomme usate, per cui non sono andato a cercare il giro veloce".

Norick Abe (Yamaha) : "Oggi è andata malissimo! Abbiamo cominciato con il set up di Sepang ma era completamente sbagliato per questa pista. Normalmente quando cambiamo circuito non dobbiamo stravolgere la messa a punto ma qui invece sì. E' un peccato perché con la 500cc qui sono sempre andato bene. Spero davvero di poter migliorare domani".

Tags:
MotoGP, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›