Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Sentimenti contrastanti in Yamaha dopo i primi test

Sentimenti contrastanti in Yamaha dopo i primi test

Sentimenti contrastanti in Yamaha dopo i primi test

I commenti dai box della Yamaha al termine dell'ultima giornata a Phillip Island:

Valentino Rossi: " Sono molto felice. Questo test è andato molto bene e rispetto alle prime prove ci sono già stati dei grandi progressi. Ho ancora bisogno di più cavalli e al momento è molto difficile guidare perché devo spingere davvero al limite. Oggi ho fatto più di 25 giri consecutivi e la moto sembra funzionare bene anche quando le gomme iniziavano a calare, una cosa molto importante da sapere per noi. Se dovessi sognare avrei già più potenza nel prossimo test che faremo qui tra due settimane! Comunque la Yamaha ha lavorato così bene e così in fretta che sono sicuro continuerà così".

Jeremy Burgess (capo meccanico di Rossi): "Abbiamo bisogno solo di maggiore spinta dal motore, un punto sul quale la Yamaha sta lavorando. Questo motore è ancora nuovissimo ma abbiamo fatto tutti i test che volevamo. La Yamaha c'è e loro sembrano contenti. Questo circuito richiede molti cavalli, e i nostri tempi sono un po' alti ma l'affidabilità è buona. Nei tre giorni abbiamo sviluppato delle gomme nuove con la Michelin; a loro piace lavorare con Rossi, perché gli da indicazioni ottime. Ora ci concentreremo sui prossimi test, qui, e poi penseremo a quelli di Barcellona e alla fase finale in vista dell'inizio delle gare".

Carlos Checa: "Pochi miglioramenti oggi. Abbiamo provato diverse soluzioni, ma nessuna era la via giusta per abbassare il tempo di un secondo, che è ciò che ovviamente dobbiamo fare. Penso che ci manchi qualcosa. Forse abbiamo fatto troppi cambiamenti quindi la prossima volta cercheremo di rimediare. Devo migliorarmi di almeno mezzo secondo per essere al passo con gli altri e questo sarà il mio obiettivo nel prossimo test".

Marco Melandri: "Questa mattina ho provato ad effettuare una simulazione di gara, circa 15 giri, ma ho avuto un piccolo problema con la gomma posteriore, così mi sono dovuto fermare. Qui in Australia le mie sensazioni sono migliori di quelle di Sepang. La spalla diventa più forte giorno dopo giorno, e qui a Phillip Island l'ho sforzata parecchio. Dovrò fare più allenamento quando sarò nuovamente a casa per essere sicuro di essere al cento per cento per la prima gara. In Malesia invece non siamo mai realmente andati bene, anche dopo sei giorni di prove, per questo è stato riassicurante esserci trovati bene fin da subito qui. Attualmente utilizziamo la gomma anteriore da 16.5 ed abbiamo finito il lavoro di sviluppo con la Magneti Marelli per il nuovo sistema di controllo del freno motore. Questo è stato un test molto positivo, per me, ma ora ho bisogno di un po' di riposo".

Norick Abe: "Sono troppo sorpreso di non essere riuscito a far bene qui! Normalmente nel corso dei test vado bene. Il fatto è che su questo circuito sono caduto nel 2002 a 200 all'ora con la M1. E' stata una brutta caduta, paurosa, e forse è per questo che ho perso fiducia. I miei tempi non sono stati molto buoni. In ogni caso ho ancora tre giorni di lavoro su questa pista per migliorare, nei prossimi test. Il problema è che abbiamo fatto molti cambiamenti, forse troppi!".

Tags:
MotoGP, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›