Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Max Biaggi commenta i suoi test dopo aver brillato a Phillip Island

Max Biaggi commenta i suoi test dopo aver brillato a Phillip Island

Max Biaggi commenta i suoi test dopo aver brillato a Phillip Island

Appena un paio ore dopo aver lasciato il circuito di Phillip Island con il miglior tempo dei test in tasca, Max Biaggi ha parlato del lavoro svolto nei test con motogp.com dal suo hotel a Melbourne, stanco, raffreddato, con la voglia di tornare finalmente a casa ma, soprattutto, soddisfatto. Il pilota del Camel Honda team infatti è stato il più veloce della prima sessione di test a Sepnag, in gennaio, il secondo in quella di tre settimane più tardi, sulla stessa pista, per concludere sempre davanti a tutti, e più di un secondo sotto il record della pista, a Phillip Island. Se in pista si impegna a fondo, in questa intervista si è mostrato misurato senza tuttavia nascondere le grandi ambizioni per l'imminente stagione 2004.

motogp.com: Come valuti il lavoro fatto durante questi test di Phillip Island?
Max Biaggi: Sono state prove importanti, non solo per il lavoro fatto ma anche perché ci siamo potuti confrontare con le altre squadre. La conclusione è che la nostra moto è migliorata rispetto all'anno scorso e che siamo ad un buon livello. Però dobbiamo continuare a lavorare. Mancano due mesi all'inizio del mondiale e tutte le squadre, proprio tutte, approfitteranno di questo periodo che resta per portare avanti lo sviluppo delle loro moto.

D: Da quello che hai visto questa settimana, in quali aspetti può migliorare la RC211V?
R: Penso che la moto vada già molto bene, si è visto in queste prove e anche nelle precedenti, ma penso si debba proseguire a lavorare per migliorarne ulteriormente le prestazioni perché è questo che faranno le Case rivali.

D: Come giudichi le tue principali avversarie, come la Yamaha e la Ducati, dopo averle viste in azione in due piste molto diverse come Sepang e Phillip Island?

R: Credo che col nuovo motore la Yamaha sia molto migliorata dal punto di vista dell'erogazione della potenza. Un passo in avanti senza dubbio. In realtà anche nel 2002, quando ci correvo, alla fine era arrivata ad un livello molto buono, soprattutto nel'ultimo terzo del mondiale. Nelle ultime sei gare ho vinto due volte e altre due ho fatto il podio. Non so cosa sia successo nel 2003, sembra che abbiano un po' perso la direzione nello sviluppo. Credo che quest'anno disporranno di un mezzo valido.

D: Pensi che Rossi sarà avanti già dall'inizio del mondiale?
R: Si, penso che Rossi sarà competitivo fin da subito. Hanno ripreso la strada giusta nel lavoro di sviluppo della moto che, come ho detto sarà un mezzo valido.

D: La nuova Ducati ha mostrato di essere ad un buon livello nei test delle ultime settimane. Pensi che Capirossi e Bayliss potranno essere due rivali fin dalla prima gara del 2004 in Sud Africa?
R: E' possibile. Capirossi qui è stato tra i più veloci e sicuramente la Ducati sta progredendo. E' una moto nuova e senza dubbio ha la possibilità di crescere. Però io sono sicuro che la Honda stia lavorando anche adesso per darci il materiale per affrontare il mondiale nelle migliori condizioni.

D: Si è parlato non poco di chi sarà il pilota numero uno della Honda. Credi che gli ultimi test e il miglior crono a Phillip Island possano aiutarti ad ottenere un trattamento migliore dalla Honda? R: Sinceramente io non la vedo così. Ho cercato di dare il massimo in tutti i test, non solo in questi ultimi che abbiamo fatto, e tutto quello che la Honda vorrà fare per darci la possibilità di far bene sarà benvenuto e ovviamente mi farà felice.

D. Adesso puoi riposarti un poco prima dei prossimi test in marzo...
R: Si, ho una gran voglia di tornare a Monaco per riposarmi un po' e per farmi passare questo raffreddore e mal di gola. Il 28 febbraio sarò a Roma per una presentazione di un grande negozio Honda mentre il giorno prima andrò a Rimini per una festa con gli oscritti del mio Fan Club. Sarà divertente, una di quelle cose che mi danno una gran gioia...

Tags:
MotoGP, 2003, Max Biaggi

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›