Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La Ducati giudica positivamente i primi test europei con la D16 GP4

La Ducati giudica positivamente i primi test europei con la D16 GP4

La Ducati giudica positivamente i primi test europei con la D16 GP4

Dopo i lunghi test tra Malesia e Australia la Ducati è tornata sul terreno più familiare della pista di Valencia dove la nuova Desmosedici ha fatto la sua prima uscita sul suolo europeo. La D16 GP4, che aveva esordito a Sepang, è una moto profondamente diversa dalla versione del 2003 che aveva scosso la MotoGP al suo arrivo nella categoria. Ciononostante, dopo qualche difficoltà iniziale, sia Loris Capirossi sia Troy Bayliss si sono dichiarati felici dei grandi passi avanti compiuti a Valencia.

Bayliss il primo giorno ha percorso 70 giri con gomme da gara, ottenendo il suo miglior tempo in 1'33.56 nonostante le condizioni un po' variabili del tempo, che ha portato anche una leggera pioggia nel pomeriggio. Un ottimo risultato considerando che in qualifica, nella gara finale della scorsa stagione, aveva girato un secondo più piano. Il tempo migliore della seconda giornata ha permesso all'australiano di percorrere altri 79 giri, più di 300 km in tutto, con 1'33.5 come miglior tempo.

"Durante la prima giornata abbiamo lavorato duramente. Nonostante il tempo così e così, ho fatto un sacco di giri," ha detto Bayliss. "Abbiamo continuato a lavorare con le gomme anteriori e adesso ho un buon feeling sia con quelle da 16.5" sia con quelle da 17". Il giorno dopo abbiamo replicato e posso dire che adesso siamo a buon punto. Forse c'è da migliorare ancora qualcosa nel set up ma poi la mia Desmosedici sarà perfetta per iniziare il mondiale".

Capirossi il primo giorno ha lavorato sulle sospensioni ed è stato mezzo secondo più lento del suo compagno di squadra, ma il giorno dopo è sceso a 1'33.4. "Stiamo andando bene e abbiamo le idee chiare," ha detto l'italiano. "Il primo giorno abbiamo lavorato un sacco sulle sospensioni e alla fine sono rimasto soddisfatto. Non ho pensato a fare i tempi, ho preferito concentrarmi sullo sviluppo della moto per prepararmi al mondiale".

"Il secondo giorno è stato intenso ma positivo. Sto cominciando a capire la GP4 e a maneggiarla molto meglio. Lavorando tanto sulle sospensioni e sul telaio siamo riusciti a renderla più stabile, agile e a migliorare di conseguenza la frenata. Abbiamo fatto dei progressi anche per quanto riguarda l'erogazione della potenza e continueremo a lavorarci anche nel prossimo futuro".

Ascoltate le parole dei due piloti della Ducati nelle nostre esclusive interviste video cliccando sul link alla destra della pagina o entrando nella Bzone adesso.

Tags:
MotoGP, 2004

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›