Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

I tifosi della 250 si dividono

I tifosi della 250 si dividono

I tifosi della 250 si dividono

I tifosi della 250cc di tutto il mondo si sono divisi quando, dovendo votare per Honda o Aprilia in uno dei sondaggi più popolari che abbiamo proposto su motogp.com, hanno scelto la Casa italiana per poco più di 200 voti. Un margine strettissimo se si considera che hanno votato in 23.000 per esprimere la loro opinione su chi, quest'anno, si porterà a casa il titolo della quarto di litro.

Nonostante il dominio dell'Aprilia nelle ultime stagioni, con Marco Melandri e Manuel Poggiali laureati campione del mondo in due anni, e tanti altri piloti della Casa di Noale sempre nelle top position, la Honda quest'anno punta a riprendersi la corona che per lei è stata ottenuta l'ultima volta da Daijiro Kato, nel 2002. Per ottenere lo scopo ha schierato quattro piloti ufficiali – il suo migliore della scorsa stagione Roberto Rolfo, il secondo miglior classificato dell'Aprilia Toni Elias, il campione del mondo della 125cc Dani Pedrosa, e il campione giapponese della 250cc Hiroshi Aoyama. Un segnale chiaro da parte della HRC che ha anche prodotto una nuova versione della RS250 RW.

L'Aprilia dal canto suo ha preso alla Honda Sebastian Porto che quest'anno affiancherà i colleghi Manuel Poggiali, campione del mondo in carica, il francese Randy De Puniet, il consistente spagnolo Fonsi Nieto e il talentuoso debuttante Alex De Angelis. L'azienda italiana si è inoltre impegnata in un intenso programma di prove con tutti i suoi cinque piloti e non renderà certo le cose facili alla controparte giapponese.

Insomma, il prossimo mondiale della quarto di litro promettere di essere esplosivo e i suoi tifosi potranno averne un assaggio nei test ufficiali di Barcellona che per la classe di mezzo dureranno due giorni, il 24 e il 25 marzo.

*La Yamaha non fornirà un supporto ufficiale alle sue squadre nonostante quest'anno quattro piloti utilizzino le sue moto: Naoki Matsudo, Erwan Nigon, Max Sabbatani e Taro Sekiguchi.

Tags:
250cc, 2004

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›