Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Esclusivo: Jeremy Burgess

Esclusivo: Jeremy Burgess

Esclusivo: Jeremy Burgess

Nel gran clamore suscitato dal passaggio di Valentino Rossi in Yamaha, è rimasto un po' sottotono il fatto che con lui sia andata via metà della squadra, incluso l'apprezzatissimo capo meccanico Jeremy Burgess. Burgess era alla Honda da 20 anni e aveva avuto piloti come Ron Haslam, Freddie Spencer, Wayne Gardner e Mick Doohan prima di Rossi, vincendo con loro qualcosa come dieci titoli mondiali.

Adesso, dopo aver accettato di condividere la sfida lanciata dalla Yamaha alla Honda al fianco di Rossi, Burgess si sente ottimista. Si affaccia infatti alla una nuova stagione dopo un intenso programma di test mirato a rendere la YZR-M1 adatta alle caratteristiche vincenti del suo giovane protetto. In questa esclusiva intervista rilasciata a www.motogp.com, il tecnico australiano parla anche dei prossimi test ufficiali di Barcellona, della struttura del team ufficiale della Yamaha e delle sue aspettative per la prima gara a Welkom e la stagione a seguire.

"Penso che il gruppo di ingegneri che sta lavorando al motore sia di alto livello e che si renda ben conto di quale sia stata la situazione della Yamaha negli ultimi due anni e di come siano messe le Case avversarie," comincia Burgess. "Penso che ci sia stata una grossa accelerazione nell'urgenza di rendere la Yamaha competitiva – una cosa ovvia dopo aver ingaggiato un pilota del calibro di Valentino Rossi. Non cominciamo con una moto vincente ma siamo fiduciosi di poter essere comunque competitivi".

Per ascoltare il resto di questa intervista a tutto tondo, cliccate sul link video nella parte superiore della pagine.

Tags:
MotoGP, 2004

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›