Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Alterne fortune per i piloti Marlboro Ducati

Alterne fortune per i piloti Marlboro Ducati

Alterne fortune per i piloti Marlboro Ducati

I due piloti del Ducati Marlboro Tream, Loris Capirossi e Troy Bayliss, domenica sera hanno lasciato Barcellona con due ben diversi stati d'animo. Capirossi ha infatti chiuso il turno cronometrato trasmesso in TV in quarta posizione, ad appena tre decimi da Valentino Rossi, e soprattutto con l'onore di aver raggiunto una velocità mai toccata prima da un pilota nella storia della MotoGP, 347.4 km/h. Bayliss, al contrario, non si è ripreso da una caduta causata da una perdita d'olio nelle fasi iniziali della sessione, che aveva coinvolto anche Capirossi, ed è rimasto malinconicamente diciannovesimo.

"Sono molto soddisfatto di questa sessione, che ha confermato il potenziale della nuova moto," ha detto l'italiano. "Abbiamo fatto diverse piccole modifiche alla mia GP4 per prepararla alla prova cronometrata. Adesso torneremo ai test dei nuovi particolari. C'è parecchio da fare ma almeno abbiamo la certezza che la moto è molto veloce".

Bayliss era molto riluttante a parlare delle prove, preferendo guardare all'immediato futuro costituito dai prossimi due giorni di prove a Jerez. "In questo momento della stagione penso sia meglio concentrarci sul set up, piuttosto che guardare ai giri veloci," ha detto deluso l'australiano. "Abbiamo bisogno di tranquillità per rifinire il set up della moto. I test di Jerez saranno molto importanti".

Il CEO di Ducati, Claudio Domenicali, si è comunque detto soddisfatto delle performance generali della sua squadra. "Qui in realtà non abbiamo avuto il tempo di lavorare sulle moto, quindi quello che abbiamo fatto è soddisfacente," ha detto. "Quest'anno la moto è molto diversa da quella della scorsa stagione e dobbiamo abituarci a trovare subito il set up giusto. Direi che adesso è al 70% del suo potenziale e che dobbiamo rifinire il set up per renderla ancora più veloce. Non ci aspettavamo una velocità di punta così impressionante ma questa è solo un'ulteriore prova del potenziale della GP4" .

Tags:
MotoGP, 2004, Ducati Marlboro Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›