Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Motos Solidarias rende omaggio ai piloti spagnoli

Motos Solidarias rende omaggio ai piloti spagnoli

Motos Solidarias rende omaggio ai piloti spagnoli

Motos Solidarias, la sezione spagnola dell'organizzazione umanitaria del MotoGP ‘Riders for Health', è stata rafforzata dal sostegno continuo del mondo delle moto, soprattutto per l'accoglienza che ha ricevuto nella Penisola Iberica, dove il suo impegno in Africa è sempre più conosciuto grazie anche a attività come ‘El Día de los Campeones' che si tiene a Valencia, versione spagnola del famoso `Day of Champions´ di Donington.

L'enorme popolarità del MotoGP e del motociclismo in generale nell'Europa meridionale trova conferma nel successo della filiale spagnola di questa organizzazione umanitaria, che ogni giorno salva delle vite umane mediante la creazione e il mantenimento di reti di trasporto che portano risorse mediche fondamentali alle popolazioni più isolate di Zimbawe, Gambia, Nigeria e della Repubblica Democratica del Congo.

Questa organizzazione oggi ha ricevuto un altro importante impulso con un atto promozionale destinato a innalzare il livello di Motos Solidarias che ha riunito il meglio del motociclismo spagnolo.

Gli idoli del MotoGP Sete Gibernau, Carlos Checa, Rubén Xaus e Toni Elías, assieme a vecchie glorie come Alex Crivillé, Emilio Alzamora e Sito Pons e ai campioni mondiali di Trial del passato e del presente, Jordi Tarrés e Adam Raga, si sono dati appuntamento per questa occasione nella quale sono stati nominati membri onorari dell'organizzazione da parte di Randy Mamola, uno dei primcipali responsabili di Riders for Health.

`Senza dubbio, la gente conosce quello che per molti anni ha realizzato Riders for Health, ma forse in alcuni paesi questo nome non significa molto´, ha spiegato Mamola, che collabora con l'organizzazione da più di dieci anni. `Motos Solidarias rappresenta qualcosa di molto speciale qui in Spagna, quindi abbiamo deciso di registrare ufficialmente l'organizzazione e, data la popolarità del Mondiale in questo paese, ci è sembrato giusto che quanti ci hanno aiutato tanto nelle nostre attività vengano riconosciuti come membri onorari´.

"Motos Solidarias è solo parte di tutto quello che stiamo facendo in Africa e sono sicuro che le sue attività aumenteranno molto rapidamente nei prossimi anni´, ha concluso Mamola.

Tags:
MotoGP, 2004

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›