Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Test a Jerez finalmente senza nuvole

Test a Jerez finalmente senza nuvole

Test a Jerez finalmente senza nuvole

Le nuvole, che hanno avuto un ruolo cruciale nello svolgimento del Gran Premio Marlboro de España, alla fine hanno lasciato libero il cielo e hanno permesso ai piloti de MotoGP di effettuare una giornata di test su un circuito di Jerez in condizioni accettabili, anche si alcuni settori il tracciato mostrava le tracce lasciate dall'acquazzone caduto la domenica. I piloti dei team ufficiali di Ducati, Yamaha, Suzuki, Kawasaki e Honda sono quindi riusciti a continuare il programma di lavoro, che invece era rimasto fermo il fine settimana per le pessime condizioni atmosferiche.

Il vincitore della gara, Sete Gibernau, si è concesso un giorno di riposo e scenderà in pista martedì e mercoledì. Colin Edwards, il suo compagno di squadra nel team Telefonica Movistar Honda, ha invece girato sul tracciato andaluso e si è dichiarato soddisfatto dei progressi fatti sulla RC211V. `Abbiamo migliorato molto nella messa a punto. Ho completato quasi quaranta giri questo pomeriggio, per trovare un buon feeling con la moto´, ha spiegato il pilota statunitense, 7º nella gara della domenica.

La Ducati si è concentrata sui pneumatici e sul motore della Desmosedici GP4. Troy Bayliss e Loris Capirossi hanno iniziato a girare alle due del pomeriggio e hanno lavorato per quattro ore. Hanno completato rispettivamente 48 e 30 giri. Bayliss ha lavorato con la sospensione posteriore, mentre Capirossi si è concentrato sul pneumatico anteriore Michelin di 16,5 pollici che non usava dai test del precampionato.

Il lavoro del team Kawasaki si è rivelato molto produttivo. Shinya Nakano ha provato nuovi particolari per la frizione e in seguito, con la pista già asciutta, ha girato montando pneumatici diversi. Alex Hofmann ha lavorato con nuovi pezzi del motore, cercando una maggiore potenza per la sua Ninja ZX-RR 990cc.

`Visti i problemi che ho avuto alla partenza della gara del Sudafrica, abbiamo lavorato con nuove parti della frizione, per cercare di migliorare l'affidabilità e il feeling. Sono contento perché sono modifiche che rappresentano un'importante evoluzione´, è stato il commento di Nakano. `Ho provato anche quattro pneumatici posteriori Bridgestone diversi e abbiamo potuto raccogliere informazioni preziose sulle loro prestazioni. Domani , se continua il bel tempo proveremo le ultime modifiche al telaio´.

Tags:
MotoGP, 2004

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›