Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Xaus deluso dopo la caduta di Jerez

Xaus deluso dopo la caduta di Jerez

Xaus deluso dopo la caduta di Jerez

Due gare e un totale di cinque giri in pista è lo sconsolante bilancio di Rubén Xaus ai suoi primi cimenti con il MotoGP. Nel Gran Premio in Sudafrica riuscì a rimanere in gara per quattro giri, prima di essere costretto a rientrare al box per un problema meccanico, mentre invece ieri, a Jerez lo spagnolo è rimasto escluso dalla competizione subito dopo la partenza, senza avere il tempo di partecipare e imparare a conoscere il MotoGP in azione. Xaus è infatti stato toccato da Troy Bailyss, anche lui con una Ducati, e questo lo ha fatto uscire di pista dopo aver completato solamente un giro.

Il pilota se è poi lamentato della sua sfortuna: `È stato un fine settimana da pazzi, con questo tempo, e io mi sento demoralizzato,´ ammetteva dopo la breve partecipazione alla gara. `Sono convinto che avrei potuto correre una bella gara, come anche a Welkom, ma invece me ne vado senza neanche un punto in tasca´.

`Io sono un pilota che guida senza molti problemi sul bagnato e sono partito molto bene, molto motivato, come sempre, ma forse più del solito, grazie al fantastico pubblico che è rimasto a guardare nonostante il diluvio. Ero ottavo quando mi ha passato Bayliss e ci siamo toccati. Troy è passato allinterno e per non tagliare sono stato costretto a cambiare traiettoria. Nelle condizioni in cui si trovava la pista ogni cosa è molto più delicata e sono caduto. Mi dispiace che ci sia stato questo contatto tra noi´.

Questo episodio gli ha fatto perdere ogni possibilità di riprendere la gara, dal momento che la Desmosedici era inutilizzabile. Una volta passata lira, lo spagnolo pensa già al prossimo appuntamento della stagione, il Gran Premio Polini di Francia, che si disputerà tra due settimane: `Io volevo tornare in gara, ma cerano dei problemi con la frizione e mi sono dovuto ritirare. Devo dire di nuovo che è stato un peccato perché credo che avrei potuto fare un buon risultato, ma devo essere positivo e pensare già alla gara di Le Mans´.

Anche il direttore del team, Luís D ´Antín, preferisce dedicare la propria attenzione alla gara successiva, nella quale spera che il suo team abbia più fortuna, dato che fino a ora le cadute e i problemi meccanici hanno impedito a Neil Hodgson e a Xaus di portare a termine una gara: `È stato un fine settimana molto intenso e difficile a causa delle condizioni del tempo e ci lascia un po di amaro in bocca perché abbiamo fatto progressi, ma i risultati non sono arrivati´, ammette lex pilota spagnolo. ` Neil oggi ha fatto un buon lavoro, ma non è riuscito a completare la distanza della gara e neanche Rubén. Adesso dobbiamo pensare già alla gara in Francia. Stiamo tutti lavorando al massimo e i risultati arriveranno´.

Tags:
MotoGP, 2004, GRAN PREMIO MARLBORO DE ESPAÑA

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›