Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Mugello 2003: il momento di Rossi

Mugello 2003: il momento di Rossi

Mugello 2003: il momento di Rossi

L'anno scorso al Gran Premio d'Italia Valentino Rossi, Loris Capirossi e Max Biaggi si contesero la vittoria per tutta durata della gara, ma al termine di una battaglia spettacolare fu Valentino a salire sul gradino più alto di un podio tutto italiano. Capirossi partì molto aggressivo dalla seconda posizione dello schieramento e subito conquistò la prima posizione, che mantenne per i primi giri. Biaggi e Rossi riuscirono a emergere dal gruppo degli inseguitori per raggiungere il pilota di Imola, e i tre vennero lasciati soli a lottare per la vittoria.

Al quinto giro Capirossi lasciò il comando a Biaggi e due giri dopo venne superato da Rossi, che iniziò subito a marcare da vicino il pilota di testa.

Biaggi era in ottima forma e solo sette giri dopo Rossi riuscì a sferrare il suo attacco e alla fine del lungo rettilineo di partenza/di arrivo approfittò della scia del romano e si portò al comando. Il Campione del Mondo cercò di guadagnare vantaggio sugli inseguitori, ma Biaggi e Capirossi non glielo permisero e diedero vita, alle sue spalle, a un frenetico testa a testa, strattonandosi e scambiandosi posizione fino a quando Capirossi fece segnare il giro più veloce della gara e si allontanò dall'Honda del romano.

Loris iniziò a tallonare Rossi e la sua Ducati girava con un ritardo di meno di due secondi dall'Honda del pesarese, ma si avvicinava minacciosa giro dopo giro. Valentino fece sfoggio di nervi d'acciaio, non perse la calma e conquistò la vittoria - la seconda in successione per lui sulla pista di casa - con 1.416 secondi di vantaggio sull'imolese.

Shinya Nakano (che adesso corre con la Kawasaki) prese il via dalla prima fila per la prima volta con la Yamaha M1 e fece una splendida prova, senza perdere di vista il terzetto di testa per la prima metà della gara e mantenendo le distanze da Sete Gibernau.

Tuttavia, un ultimo formidabile attacco sferrato all'ultimo giro da Makoto Tamada, che portava con se Tohru Ukawa, relegò Nakano nella quinta posizione, mentre Ukawa sottrasse il sesto posto a Gibernau.

Tags:
MotoGP, 2004, GRAN PREMIO CINZANO D'ITALIA

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›