Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Nakano rivive la sua caduta a 300 km/h

Nakano rivive la sua caduta a 300 km/h

Nakano rivive la sua caduta a 300 km/h

Shinya Nakano è stato suo malgrado uno dei protagonisti del Gran Premio Cinzano dItalia, disputato domenica scorsa al Mugello, a causa della bruttissima caduta che lo ha messo fuori combattimento nel corso del tredicesimo giro della prima parte della gara. Il pilota giapponese ha avuto un problema al pneumatico posteriore della sua Kawasaki ed è stato disarcionato alla fine del rettilineo principale del tracciato, dove le MotoGP raggiungono velocità di circa 300 km/h. Nakano è rimbalzato più volte, prima sullasfalto e poi nel letto di ghiaia, una scena che ha gelato il sangue nelle vene degli spettatori, che hanno temuto il peggio. Quasi per miracolo il pilota, che ha 27 anni, nellincidente ha riportato solamente parecchie contusioni in diverse parti del corpo. Dopo essersi sottoposto a esame medico Nakano ha parlato dellaccaduto.

`È stata una caduta molto violenta, però sto bene. Non so ancora se sono stato sfortunato o molto fortunato´, ha scherzato il pilota, trasportato immediatamente alla Clinica Mobile del circuito, dove gli è stata riscontrata una contusione nel petto e molti lividi. ` Mi fa male tutto il corpo, ma non ho nessun problema importante´.

`Non so esattamente cosa è successo alla gomma posteriore sul rettilineo principale. Ho sentito una vibrazione e qualcosa si è rotto. Ricordo benissimo che cadevo, che rotolavo per terra e anche che ero preoccupato, perché mi rendevo conto che la caduta era brutta e che ero molto vicino al muro´.

`Quando gli infermieri trasportavano in barella ho cercato di far vedere a tutti che stavo bene, visto che immaginavo che tutti si stessero preoccupando per me. Per fortuna non mi sono procurato lesioni importanti e adesso voglio cambiare il `chip´ per far sì che questo inconveniente non mi influenzi nella prossima gara´.

Il Team Manager Harald Eckl ha spiegato che i tecnici del team non conoscono ancora le ragioni esatte dellesplosione del pneumatico. `Ho visto la caduta dal muretto dei box e dopo aver visto come la moto si distruggeva, sono felice che Shinya non si sia fatto niente di grave,` è stato il commento del tedesco.

`Non sappiamo ancora che cosa sia successo, ma la gomma domani verrà mandata alla Bridgestone, in Giappone, per essere analizzata e sono sicuro che avremo una risposta prima della prossima gara, in Catalunya`.

Tags:
MotoGP, 2004, GRAN PREMIO CINZANO D'ITALIA, Shinya Nakano

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›