Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Roberts conquista un´altra pole a Rio

Roberts conquista un´altra pole a Rio

Roberts conquista un´altra pole a Rio

Kenny Roberts oggi ha guadagnato la pole per la gara di domenica, quattro anni dopo essersi proclamato Campione del Mondo proprio sul circuito Nelson Piquet. Il tempo che gli ha dato la prima posizione sulla griglia per il Gran Premio Cinzano di Rio è il nuovo record della pole della pista brasiliana. Roberts ha girato in 1´48.418 ed è la prima volta che in pole c´è una moto che monta pneumatici Bridgestone da quando il fornitore giapponese si è unito al Campionato del Mondo MotoGP due stagioni fa. La Suzuki domenica, alle 11:30 ora locale (16:30 CET), partirà dalla testa dello schieramento per la prima volta dalla gara di Valencia 2000.

´La Bridgestone ci ha dato un pneumatico più grande che mi ha permesso di recuperare in curva il tempo che perdiamo nei rettilinei,´ è stato il commento di Roberts. ´Abbiamo usato un nuovo motore nelle ultime due gare e stiamo facendo progressi. C´è ancora molta strada da fare, ma almeno oggi c´è stato un po´ di sole´.

Con Max Biaggi secondo e Nicky Hayden terzo, non c´è rimasto spazio sulla prima fila per i piloti che comandano la classifica della serie, Valentino Rossi o Sete Gibernau. Rossi ha lottato a lungo per adattare la sua Yamaha alla pista di Jacarepagua e ha fatto segnare l´ottavo miglior tempo, mentre Gibernau capeggia la seconda fila dello schieramento, dopo aver conquistato la quarta posizione e non essere riuscito a fare altri tentativi con una gomma più morbida alla fine della sessione.

Nella seconda fila, accanto a Gibernau ci sono l´Honda di Alex Barros e la Ducati di Loris Capirossi, che ha conquistato la sesta posizione, il miglior piazzamento sulla griglia dell´anno per la casa di Borgo Panigale. Makoto Tamada, che l´anno scorso a Rio conquistò l´unico podio della sua carriera è settimo, davanti a Rossi, che anche oggi è stato il migliore dei piloti Yamaha, e a Shinya Nakano con la Kawasaki.

Tags:
MotoGP, 2004

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›